you reporter

La storia

Nonni rapinati due anni fa aspettano ancora le fedi

Il caso di Ennio e Rosina, di Piacenza d'Adige, proprio ai confini con Badia, l'avevamo raccontata due anni fa, nel 2016, quando vennero picchiati, torturati e legati. Ora aspettano di riavere le fedi ritrovate dagli inquirenti. Erano state vendute a un "compro oro" di Rovigo. La storia va in tv a "Pomeriggio cinque".

Nonni rapinati due anni fa aspettano ancora le fedi

Erano stati picchiati, torturati e legati. I due nonni di Piacenza d'Adige, Ennio Bendini e Rosina Fracasso, di 89 e 88 anni, erano sopravvissuti per miracolo a quella terribile notte del 20 luglio 2016, nella loro abitazione di via San Felice.

I violenti rapinatori, poi erano stati presi e condannati, due marocchini di 35 e 28 anni, che dovranno scontare sette anni di carcere. Ma la storia non si è conclusa lì. Ennio e Rosina, infatti, aspettano ancora da due anni le loro fedi nuziali, a cui erano affezionatissimi.

A occuparsi della loro storia, Barbara D'Urso, che a Pomeriggio Cinque ha sottolineato l'assurdità della storia. Gli anelli, infatti, erano stati venduti a un Compro Oro di Rovigo. Infatti quest'ultimo aveva legittimamente identificato i venditori e registrato gli oggetti comprati. Ora sarà il tribunale di Rovigo (il prossimo 5 giugno) a dover convalidare la restituzione degli anelli nuziali. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl