you reporter

Cantonazzo

La Greenfert prova a riaprire i battenti

La scorsa estate la frazione aveva protestato per le esalazioni dell’impianto. Il vicesindaco Andrea Bimbatti: “Farò un sopralluogo prima di decidere”.

La Greenfert prova a riaprire i battenti

La Greenfert, l’azienda di Cantonazzo che lavora farine animali, al centro di una protesta nella frazione, a causa degli odori nauseabondi, è pronta a riaprire i battenti, dopo aver chiuso lo scorso inverno, in seguito alle prescrizioni imposte dal Comune e da varie autorità per mettersi in regola.

Inizialmente sembrava che la ditta avrebbe rinunciato al business nella frazione, ma pare averci ripensato. E sarebbe pronta a mettersi in regola per riaprire l’attività. Il 23 maggio, infatti, è fissata una conferenza dei servizi dove gli enti preposti al controllo, Provincia, Arpav, Ulss e Comune analizzeranno il nuovo progetto dell’azienda che prevederebbe il posizionamento di aspiratori che eviterebbero così il rilascio di cattivi odori. Per poi poter riaprire l’attività. Il vicesindaco e delegato all’Ambiente Andrea Bimbatti ha annunciato che prima di potersi esprimere farà un sopralluogo nella zona.

Nella scorsa estate, infatti, i cittadini della località di Cantonazzo in più occasioni avevano protestato per i cattivi odori.

I residenti avevano anche manifestato pubblicamente con striscioni e mascherine per segnalare l’impossibilità di tenere aperte le finestre e la difficoltà di stare all’aperto a causa di odori sgradevoli. E proprio a seguito di queste segnalazioni e proteste l’amministrazione comunale aveva effettuato una serie di sopralluoghi ed analisi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl