you reporter

Adria verso le elezioni

Berlato apre la campagna della Furlanetto

Il leader veneto di Fdi (anche lui in lista): "Lavoriamo per fare diventare Giorgia sindaco".

“Tutto il partito di Fratelli d’Italia da Giorgia Meloni in giù è a fianco di Giorgia Furlanetto perché diventi sindaco di Adria” è il messaggio lanciato questa sera, giovedì 17 maggio, da Sergio Berlato consigliere regionale e leader veneto del partito che ha partecipato alla presentazione della lista nella casa della cultura Marino Marin.

Lo stesso Berlato è in lista, all’ultimo posto “non tanto per essere eletto, ma per esprimere la totale vicinanza a Giorgia, alla sezione adriese e al progetto politico che si sta portando avanti” ha rimarcato Berlato. Quindi ha gettato uno sguardo sulla passata amministrazione ricordando che “Furlanetto ha già vinto la sua prima battaglia”.

Adesso, prosegue Berlato, “si tratta di far eleggere Giorgia sindaco non tanto per il bene del nostro partito, ma per il bene della comunità adriese: votando Giorgia gli adriesi sanno fin d’ora che sindaco avranno, una bella ragazza esteriormente, ma ancor più bella interiormente perché non mette in discussione i propri valori, combatte fino alla fine per difenderli e l’esempio dato vale più di ogni altra cosa”.

Berlato si è anche detto amareggiato per il mancato accordo nel centrodestra ed ha rivendicato la propria scelta. “Abbiamo messo sul tavolo una punta di diamante che ci avrebbe consentito di vincere subito, vinceremo lo stesso, poi vedremo al ballottaggio se ci saranno le condizioni per ricreare attorno a Furlanetto le condizioni per ricostruire l’alleanza”. Se Berlato lascia una porta aperta verso Lega e Forza Italia, chiude ogni possibilità di dialogo con “quanti sono approdati a sinistra per salvarsi la poltrona” (evidente riferimento a Bobosindaco e lista Frazioni, ndr).

L’incontro è servito per presentare i candidati al consiglio comunale. L’intervento più atteso è stato senza dubbio quello di Barnaba Busato uno dei tre consiglieri comunali di maggioranza che hanno firmato le dimissioni provocando la caduta di Bobo. In sala era presente anche Enrico Pivaro, altro firmatario, ora con Forza Adria a sostegno di Furlanetto sindaco. "Resto quanto mai convinto della validità della scelta fatta perché quella coalizione era ormai esaurita", ha ribadito Busatto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl