you reporter

Commenda

Parco Maddalena, riparte l’esproprio

Il sindaco ha aperto la procedura per ridare l’area verde alla città.

Parco Maddalena, riparte l’esproprio

Sta per partire una nuova procedura di esproprio per il parco Maddalena. Lo ha annunciato il sindaco Massimo Bergamin che ha detto di aver dato disposizione “agli uffici di valutare sul profilo procedurale l’esproprio per restituire alla città il parco giochi nella sua interezza”.

E’ la prima conseguenza del gran rifiuto della ditta Cefil di rimanere nel quadro del progetto per la riqualificazione della Commenda e dell’ex Maddalena. Per il sindaco l’ex ospedale, immobile immerso nel degrado in Commenda, “resta un buco nero per la città”, da sempre al centro di controlli a causa di continui problemi di sicurezza.

Il comune per ridare alla città l’area verde della Commenda è dunque pronto a far ripartire una procedura di esproprio, già avviata una prima volta dal sindaco Piva e poi dal commissario Ventrice. Poi tutto si fermò in vista dell’accordo sulla riqualificazione dell’area.

Bergamin ha anche ribadito che “l’amministrazione è al lavoro per rimodulare il progetto del bando periferie. Ci sono diverse idee in campo, i tecnici stanno valutando la possibilità di realizzarle. Prima di tutto però occorre vedere che margini di manovra ci sono. Siamo in attesa di una risposta da Roma”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl