you reporter

Rovigo

Blitz del sindaco nell'ex ospedale

Individuati tre varchi di accesso. "Se qualcuno è a disagio ci sono le farmacie".

Il sindaco dentro all'ex Maddalena. Blitz di Massimo Bergamin, martedì 12 giugno, e della polizia locale di Rovigo, entrata all'interno dell'ex ospedale Maddalena e dell'annesso parco della Commenda immerso nel degrado.

"Sono entrato ha detto il primo cittadino - perché dopo essere venuto nel parco pubblico ho notato alcuni punti in cui la rete era divelta e c'erano segnale di intrusione. Inoltre si sentivano voci di ragazze, e infatti la polizia locale ha individuato due giovani all'interno del parco interdetto al pubblico".

Poi sindaco e vigili hanno perlustrato il parco privato e l'area dell'ex ospedale, "ci sono rifiuti qua e là, segni di bivacchi recenti, questo è un posto che dà rifugio a sbandati e criminalità. Un parco che avrebbe dovuto essere riqualificato ma che non lo sarà perché qualcuno si è tirato indietro".

Bergamin ha lanciato strali anche contro i consiglieri di maggioranza che hanno criticato le sue parole nei giorni scorsi: "Se qualcuno si sente a disagio ci sono le farmacie. Io sono il sindaco e parlo con atti e documenti. Maggioranza e minoranza dovrebbero essere dalla stessa parte e battersi per restituire alla città un'area verde ed risolvere una situazione di grane degrado"

Almeno tre i varchi individuati, punti in cui la recinzione è stata rimossa e che lasciano il libero ingresso a chiunque. Nell'area verde, trasformata in una savana piena di erbacce e sterpaglie, ci sono cumuli di rifiuti, segni di bivacchi notturni, cuscini, bottiglie. Insomma di tutto. "Non mi fermerò - ha tuonato il sindaco - e presto arriveranno ordinanze per sistemare le cose".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl