you reporter

Minacce

Tre proiettili e minacce in una lettera al sindaco

Il primo cittadino: "Un gesto vile e infame, ma non sono intimidito"

Tre proiettili e minacce in una lettera al sindaco

Una busta con tre proiettili e minacce è stata intercettata al centro di smistamento postale di Monselice: era indirizzata a Elvy Bentani, neoeletto sindaco di Solesino, in provincia di Padova.

Secondo il primo cittadino non sarebbero minacce che riguardano la sfera professionale ma prettamente politiche. "Le minacce di morte alla mia famiglia rappresentano un gesto vile e d'infimo livello - ha scritto il sindaco - che in ogni caso lo dico fin d’ora, non fermeranno la determinazione e l’impegno con cui ho iniziato a cambiare e rinnovare il mio paese. Trovo inaccettabile il clima che qualcuno vergognosamente ha creato 'ad hoc', solo per denigrare un sindaco amato dai cittadini, un comportamento semplicemente incosciente e vergognoso. Sono segnali che mi fanno capire che sto lavorando bene, e qualcuno è infastidito dal mio consenso e dal fatto che sto facendo ciò che avevo #promesso in campagna elettorale: sto passando concretamente dalle parole ai fatti".

"Più che per me sono amareggiato, e soprattutto preoccupato, per la mia famiglia. Penso a mia figlia, che ha vent’anni ed esce molto, com'è giusto che faccia alla sua età - aggiunge Bentani, esponente di Forza Italia - non sono invece per nulla intimidito come sindaco, io continuerò a lavorare mettendoci il cuore per cambiare Solesino. Confido che le indagini facciano piena luce e rintraccino al più presto i responsabili".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl