you reporter

Carabinieri

Si filma con lo smartphone durante il furto: nomade incastrato

Furgone inseguito da Villamarzana a Gaiba: trasportava rame rubato per 15mila euro. In quattro scappano a piedi per le campagne, beccato l'autista: è già libero.

Si filma con lo smartphone durante il furto: nomade incastrato

Continua il servizio di contrasto all'attività predatoria dei carabinieri, sotto il comando di Rovigo. Domenica sera, in seguito a un controllo fuori dal casello di Villamarzana è stato fermato un furgone che, però , non si è fermato all'alt dei carabinieri ed è scappato a fari spenti per far perdere le proprie tracce.

E' scattato così l’inseguimento per oltre 30 chilometri, con tutte le pattuglie posizionate sulle maggiori arterie e il mezzo è stato fermato a Gaiba. Qui, dal retro del furgone quattro persone sono scappate nelle campagne circostanze, mentre l'autista è stato fermato dai militari.

Si tratta di un nomade, che ha detto che nel furgone c’erano delle persone di origine marocchina. A seguito di una perquisizione all'interno del mezzo c’era 15mila euro di rame. Avviate le indagini, i carabinieri hanno scoperto che era stato perpetrato un furto a Meolo, in un’azienda del posto.

E' stato così scoperto che il furto perpetrato ai danni dell’impresa, è durato circa due ore. Non solo, all'interno del cellulare in possesso al nomade, è stato trovato un video che l’uomo aveva girato, autorirprendendosi, durante il furto.

La merce, riconosciuta, è stata restituita al legittimo proprietario. A seguito di accertamenti è stato scoperto che l’uomo aveva anche violato l’obbligo di firma, a Badia Polesine. Ora è stato denunciato per furto aggravato, in stato di libertà, più possesso di arnesi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl