you reporter

Polemiche

Niente benedizione agli alunni "per non fare discriminazioni"

Scoppia la protesta dei genitori

Niente benedizione agli alunni "per non fare discriminazioni"

Niente benedizione agli studenti, e scoppia la polemica. Il parroco poteva salutare gli studenti ma non benedirli. Lo ha chiesto il dirigente scolastico, per evitare differenze rispetto agli studenti non di fede cristiana. Una scelta che ha suscitato la stizza, e forse l'indignazione del sacerdote e la protesta di molte famiglie che hanno parlato di razzismo al contrario.

E' avvenuto giovedì scorso alla scuola di Ospedaletto Euganeo, nella Bassa Padovana, nella frazione di Tresto, dove ogni anno gli alunni di medie ed elementari di Ospedaletto Euganeo e di Palugana fanno tappa per fare festa e partecipare al rito legato all'antica fiera del Tresto. Giovedì dopo la cerimonia il parroco don Gianpaolo Mercurio stava per impartire la benedizione mariana, a quel punto però è stato bloccato da Nicola Soloni, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Ponso.

Dopo un veloce scambio di battute, il parroco si è allontanato dal tendone. Senza impartire benedizioni. A spiegare lo stesso preside: "Nella scuola primaria di Ospedaletto una quarantina di alunni non sono di confessione cristiana, nella secondaria una trentina. Gli insegnanti non se la sono sentita di lasciare questi alunni fuori dal tendone, proprio per evitare discriminazioni"

La scelta di impedire la benedizione ha però sollevato un vespaio di polemiche. Alcuni genitori hanno condannato apertamente l’episodio, animando un dibattito che ha riempito gruppi i social.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl