you reporter

La tragedia

48enne muore giocando a calcetto con gli amici

Tragedia in un campo di calcetto, durante una partita tra amici

108282

Si accascia a terra durante una partita di calcetto e muore. Tragedia a Mestre dove il 48enne Alessandro D'Auria, è morto durante un’azione di gioco. Lo scrive La Nuova Venezia. Inutili tutti i soccorsi e il tentativo di rianimarlo anche da parte dei medici del Suem.

L'uomo era titolare della ditta di pulizia Pulistar, padre di due figli, uno avuto appena dieci giorni fa. La tragedia si è consumata al Centro sportivo La Favorita. Un gruppo di amici si era dato appuntamento in una delle palestre del centro per una partita che sarebbe dovuta finire, come al solito, con una bella cena. Dopo aver smesso per un periodo le partite, martedì hanno così ripreso la vecchia abitudine.

Ma qualche minuto dall’inizio della gara, il dramma. "Stava bene fino a un attimo prima" hanno raccontato gli amici. La palestra era dotata di un Dae (defibrillatore semiautomatico), che da diversi anni ormai è obbligatorio anche nelle strutture sportive dove si pratica attività non agonistiche. All’uomo è stato applicato subito un massaggio cardiaco da parte degli amici. Pochi minuti dopo è arrivata anche un’ambulanza, dal vicino ospedale Dell’Angelo. Ma a niente è valso l’intervento anche del personale del 118 e il tentativo dei medici di rianimare l’uomo. In serata alla palestra è giunta anche una volante della polizia. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl