you reporter

Lavori pubblici

Rotonda, telecamere a tappeto

Videosorveglianza anche lungo le ciclabili. E poi interventi al Bassanello e soldi per strade e marciapiedi

Rotonda, telecamere a tappeto

 Piazza XX Settembre e il tempio della Rotonda sotto continua sorveglianza. Un controllo 24 ore su 24 grazie ad una serie di telecamere che presto saranno installate per monitorare tutta l’area. In questo modo si farà quell’opera di prevenzione chiesta più volte per mettere un freno ai continui episodi di vandalismo e microcriminalità che hanno sollevato critiche e polemiche negli ultimi mesi.

Per le telecamere Palazzo Nodari ha stanziato 41.400 euro, derivanti dai fondi incassati dal Comune a seguito delle maggiori entrate dalle infrazioni al codice della strada. Fra questi interventi c’è l’installazione di telecamere di sorveglianza sulla pista ciclabile di Sarzano per 21mila euro, 13mila euro per la sistemazione di videocamere esistenti. Insomma una sequenza di occhi elettronici per vigilare sulla città. Soprattutto lungo le ciclabili e in piazza XX Settembre negli ultimi mesi si sono verificati atti vandalici e di criminalità, anche per questo quindi la giunta ha deciso di investire sull’installazione di nuove videocamere.

Fra gli interventi mesi in cantiere, inoltre, ci sono l’acquisto di un natante per la Protezione civile, tre Fiat Panda e un Fiat Fiorino (40mila euro in tutto). E ancora 20mila euro come contributo alla Rugby Rovigo, 10mila euro per il Natale nelle frazioni, 15mila euro per il Natale in città, 20mila euro come contributo finale all’Accademia dei Concordi, 12mila euro per il palazzetto dello Sport. 240mila euro per la manutenzione di strade e marciapiedi, 10.800 euro per la manutenzione straordinaria di alloggi Erp, 43mila euro per la manutenzione della segnaletica stradale, 24mila euro per la manutenzione degli edifici delle scuole primarie e secondarie. 25mila euro per la gestione di semafori. In questo caso quello di Sarzano sarà spostato all’incrocio fra via Dei mille e via San Pio X. E quello di Grignano all’incrocio di via Ponte Asino. “Come sollecitato - ha spiegato il sindaco Bergamin - dai ragazzi della scuola Sante Zennaro di Grignano incontrati l’11 ottobre scorso”.

E sempre per il ponte del Bassanello impegnati 40mila euro per il ponte e per la sottostante pista ciclopedonale. E ancora il Comune ha messo sul piatto della bilancia 71.600 euro per la realizzazione delle pompe di sollevamento d via Boccaccio, e impedire che le case della zona subiscano allagamenti durante piogge intense. E ancora 50mila euro per la sistemazione de guard rail. E ancora 180mila euro per la pubblica illuminazione lungo le strade del centro e delle frazioni. Fra queste via Fermi, il parco Tassina, via Munerati a Granzette, 20 unti luce in via Baracca (Fenil del Turco), punti luce a Mardimago; 6 lampioni in via Aser Porta (Sant’Apollinare), quattro a Boara, 10 in via Bassa a Concadirame, una quindicina a Grignano.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl