you reporter

Inquinamento

Sorpresa: torna il blocco delle auto

Smog alle stelle, il Comune costretto a correre ai ripari: lunedì la nuova ordinanza. “Il provvedimento non sarà restrittivo”.

Sorpresa: torna il blocco delle auto

Retromarcia. Non cambiano soltanto i sensi unici: il Comune fa dietrofront anche sull’ordinanza antismog. E, al 40esimo giorno di sforamento dei limiti previsti delle Pm10, 14 solo da inizio ottobre in qua, si prepara a varare una nuova ordinanza per imporre lo stop alla circolazione delle auto più inquinanti. Un’ordinanza che però - precisano da palazzo Nodari - sarà molto meno restrittiva rispetto a quella approvata, e poi cestinata, ad inizio ottobre.

E così, mentre da oggi in mezzo Veneto le auto diesel fino alle Euro 4 sono rimaste in garage, a Rovigo si rimette in moto la macchina burocratica e istituzionale per riuscire a fermare le vetture più vetuste.

“Vista la situazione riguardante l’inquinamento atmosferico da polveri sottili, con il superamento del valore limite per la protezione della salute umana - si legge in una nota diffusa ieri da palazzo Nodari - l’amministrazione comunale sta valutando l'adozione di un'ordinanza che preveda la riduzione dei fattori locali di inquinamento”.

Nella stessa nota, il sindaco Massimo Bergamin e l’assessore all’ambiente Andrea Bimbatti spiegano che “la questione è al massimo dell’attenzione, l’amministrazione sta provvedendo a redigere un provvedimento di limitazione del traffico, coinvolgendo anche tutte le associazioni, visto il periodo prenatalizio, con esigenze di lavoro e di supporto alle attività commerciali del centro che non è assolutamente intenzione danneggiare”.

L’idea è quella di consentire comunque la circolazione dei veicoli commerciali utilizzati dalle aziende. Una Pec è già stata inviata alle associazioni di categoria, per ottenere pareri e osservazioni. Poi, entro lunedì, l’atto dovrebbe essere predisposto, per essere firmato a stretto giro dal sindaco.

Uno stop, però, soltanto a tempo: probabilmente fino a venerdì 21 dicembre. Poi, come previsto anche dall’accordo regionale, scatterà la tradizionale tregua natalizia, e di blocco se ne riparlerà, semmai, dall’Epifania in avanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl