you reporter

Sicurezza

In 11 mesi 8 morti sul lavoro

In aumento anche gli infortuni, sono stati oltre 2.200

Immagine.jpg

8 morti sul lavoro in Polesine e 2.227 infortuni. Sono i numeri relativi al periodo gennaio-novembre del 2018 forniti dall’Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega. Un quadro dal quale emerge un netto aumento delle morti sul lavoro registrate in Veneto rispetto ai dati dell’anno precedente. Padova è seconda in regione, a parimerito con Treviso, con 19 vittime.
I numeri parlano, in Veneto, di 13 morti sul lavoro. Maglia nera a Verona con ben 28 vittime. Seguono Padova e Treviso con 19, Venezia con 16 e Vicenza con 14. Chiudono Belluno e Rovigo, che registrano rispettivamente 9 e 8 infortuni mortali. Le donne coinvolte in un infortunio mortale nel 2018 in Veneto sono state 15 (su un totale di 97 in tutto il Paese). Quasi la metà delle vittime in regione aveva un’età compresa tra i 40 e i 54 anni.

Ad aumentare in Veneto è anche il numero degli infortuni non mortali, passati da 68.963 a 70.837 (quasi duemila in più). Ancora una volta Verona è in testa alla graduatoria con 14.959, seguita stavolta da Vicenza (13.554). Padova è terza con 13.292, seguono Treviso (12.560), Venezia (11.687), Belluno (2.558) e Rovigo (2.227). Più di 55mila gli infortunati di nazionalità italiana e oltre 15mila gli stranieri, mentre sono 22.648 le donne. L’età più a rischio, anche in questo caso, è tra i 40 e i 54 anni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl