you reporter

Comune

Ai politici 325mila euro in un anno

Stanziato il budget per le indennità di sindaco, assessori e presidente del consiglio. E Avezzù incassa più dei membri di giunta.

Ai politici 325mila euro in un anno

La politica ci costa oltre 325mila euro l’anno. E’ questo il totale degli stipendi di sindaco, assessori e consiglieri comunali stanziato per il 2019, e messo nero su bianco da una determina firmata l’altro giorno dalla dirigente della ragioneria di palazzo Nodari, Nicoletta Cittadin.

Stiamo parlando soltanto di sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale: mentre i “semplici” consiglieri sono pagati a gettone, a seconda del numero di presenze in aula o in commissione (in media, circa tre sedute al mese), sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale godono invece di un vero e proprio stipendio. E neanche tanto leggero. In dieci, infatti, riescono a spartirsi 322mila 964 euro e 28 centesimi all’anno. Quasi 27mila euro al mese.

Chi guadagna di più, ovviamente, è il sindaco. La busta paga di Massimo Bergamin, firmata ogni mese dall’ufficio ragioneria di palazzo Nodari, è infatti di 4.260 euro e 98 centesimi. Lordi. Il che vuol dire che questi sono i soldi che, comunque, il comune paga per il sindaco: una parte, ovviamente, se ne va in tasse.

Per il vicesindaco Andrea Bimbatti stipendio invece da 3.195 euro e 52 centesimi al mese; 38.346 all’anno. Per lui, il 20% in più rispetto agli altri colleghi assessori, proprio a causa del ruolo da numero due di palazzo Nodari. Gli assessori Susanna Garbo (bilancio), Patrizia Borile (sociale), Alessandra Sguotti (cultura), Stefano Falconi (partecipate), Federica Moretti (urbanistica) e Antonio Saccardin (lavori pubblici) percepiscono invece un assegno di 2.556 euro lordi al mese, 30mila euro e qualcosa ogni anno.

L’unico assessore “part time” è Luigi Paulon (commercio e viabilità), che ha deciso di continuare a lavorare ad Acquevenete. Per lui, dunque, indennità di carica dimezzata e assegno mensile da 1.278 euro e 21 centesimi, a cui sommare, ovviamente, il regolare stipendio.

Paolo Avezzù, presidente del consiglio comunale, guadagna invece più degli assessori, potendo contare su un’indennità di 2.840 euro al mese, 34mila l’anno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl