you reporter

TRIBUNALE DEL LAVORO

I precari vincono la causa. Ma il ministero non li paga

Interviene il giudice: quelle spettanze vanno versate entro 40 giorni. Altrimenti...

tribunale[1].JPG

Il tribunale di Rovigo

ROVIGO - Hanno vinto la causa, già due anni fa, di fronte al giudice del Tribunale del Lavoro di Rovigo, che ha emesso una serie di sentenze piuttosto chiare: il ministero sarebbe ricorso a una “illegittima successione dei contrari a termine”, in luogo di una stabilizzazione. Una situazione che, negli anni scorsi, aveva interessato migliaia di docenti a livello nazionale, con la vera e propria creazione di un “doppio binario”, a scuola: da una parte gli insegnanti di ruolo; dall’altra i precari, che per anni, in alcuni casi anche 20, venivano assunti a settembre e licenziati a giugno, creando una enorme disparità.

Se, infatti, i colleghi a tempo indeterminato avevano tredicesima su una annualità piena, progressioni e scatti, lo stesso non accadeva ai colleghi precari, che non erano assunti per l’intero anno e non maturavano scatti o progressioni di alcun tipo. Da qui la decisione di rivolgersi al Tribunale del lavoro, rimasto, come spesso accade in Italia, l’ultima ricorsa. Le istanze dei precari della scuola erano state accettate: in generale, il giudice di Rovigo aveva stabilito, per ognuno dei ricorrenti, un risarcimento nell’ordine di 2,5 mensilità, il diritto alla progressione stipendiale e al pagamento della differenze retributive.

Una pronuncia che, se da un lato non è mai stata appellata dal ministero competente, dall’altro non è mai stata nemmeno eseguita. In parole povere, i precari della scuola, di quanto loro dovuto, non hanno visto assolutamente nulla. A questo punto, è scattato un nuovo ricorso, al Tar, per imporre al ministero il pagamento. Ricorso accolto, con le sentenze pubblicate giovedì 14 marzo. Con queste, il Tribunale amministrativo regionale di Venezia, dispone che, entro un termine di 40 giorni siano versate le spettanze. Altrimenti, sarà nominato un commissario affinché provveda a questo adempimento.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl