you reporter

CARABINIERI

Spaccio all'uscita dalle scuole, preso un 19enne albanese

Inseguimento e tensione in zona Commenda, poi il blitz riesce

Minaccia con il coltello, danneggia e tenta il furto di un'auto: arrestato

Preso dopo alcuni minuti di concitazione il presunto pusher

Spaccio all'uscita dalle superiori, tra la "via delle scuole", vale a dire via della Costituzione, e piazza Cervi, l'ampia area di fronte alla chiesa della Madonna Pellegrina, dove si ritrovano gli studenti prima e dopo le lezioni, per prendere i mezzi pubblici. Questa la contestazione che è stata mossa a un cittadino albanese, finito in manette nel primo pomeriggio di sabato 16 marzo, al termine di un blitz dei carabinieri.

All'operazione hanno assistito alcuni ragazzi che, non capendo bene cosa stesse accadendo, hanno a loro volta avvertito le forze dell'ordine, temendo fosse in atto uno scontro fisico. Qualcuno ha anche parlato di armi, provocando così un intervento in forze della questura e dei vigili urbani. Questi ultimi "spediti" a fronteggiare un allarme di questo tipo senza alcuna arma di difesa individuale

In realtà, era una normale operazione di polizia giudiziaria, tra l'altro coronata dal pieno successo. All'arrestato è stato contestato il possesso di cinque grammi di stupefacente. A finire in manette, un albanese di 19 anni, che spacciava, secondo queste contestazioni, a bordo di un bicicletta. Avrebbe cercato di scappare e gettare lo stupefacente, cocaina, in un tombino, senza riuscirci. Nonostante la giovane età, il giovane sarebbe già noto alle forze dell'ordine per episodi del genere.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl