you reporter

west nile

"50 gravi e 6 morti, non deve accadere mai più"

Parte la lotta al virus che ha devastato il Polesine. L'annuncio del direttore generale dell'Ulss Antonio Compostella

44942

Il pronto soccorso di Rovigo

Lo scorso anno il virus ha raggiunto valori ben diversi rispetto agli anni passati arrivando, addirittura, a causare ben 6 decessi solo nel nostro territorio, senza contare i casi gravi che sono stati circa 50. Parliamo del virus West Nile che nella passata stagione estiva ha avuto una impennata inaspettata e che, come spiega il direttore generale dell'Ulss 5 Polesana, "non dovrà accadere mai più".

Nella mattinata di lunedì 15 aprile, infatti, l'azienda sanitaria ha presentato il maxi piano di disinfestazione della zanzara, vettore del virus, su tutto il territorio polesano. "Quest'anno partiamo con un programma, un progetto, condiviso tra l'azienda Ulss e i Comuni del Polesine che vede una disinfestazione anti-larvale che partirà proprio in questi giorni con un calendario che coinvolge tutto il territorio - spiega Compostella - La volontà era proprio questa, il coordinamento e la condivisione in modo che i comuni non debbano più andare per conto proprio. Abbiamo fatto noi una gara unica ed affidato tutta l'azione di disinfestazione a due aziende. Si parte subito con l'azione preventiva più importante, quella sulle larve".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl