you reporter

POLIZIA

Cacciato dall'Italia e rimpatriato lo spacciatore tunisino

Doveva scontare 5 anni e 6 mesi, ma è stata decisa la misura alternativa

Derubato il tecnico delle slot, bottino di 6mila euro

Una volante della Polizia

Si trovava in carcere a Rovigo, dove stava scontando una pena a ben 5 anni e 6 mesi, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Si è deciso, però, di sostituire l'espiazione della parte rimanente della pena con il rimpatrio coatto: il tunisino di 30 anni, quindi, è stato rispedito nel proprio Paese d'origine, dal quale non potrà rientrare in Italia prima che siano decorsi 10 anni. Prima di agire, il personale dell'ufficio Immigrazione della questura di Rovigo ha curato i contatti necessari con il consolato tunisno a Milano, ottenendo il necessario lasciapassare.

Infine, sempre su richiesta dell'ufficio Immigrazione, il Tribunale di Sorveglianza di Padova ha emesso il provvedimento con il quale disponeva la sostituzione dell'espiazione della parte rimanente della pena con il rimpatrio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl