you reporter

"Con la mia firma ho salvato Ficarolo dall'arrivo di 90 profughi"

L'intervista a Luigi Fogli

65425
“Adesso mi auguro di avere finalmente un po’ di serenità e di trascorrere un Natale felice”. Così il proprietario dell’Hotel Lory, Luigi Fogli, in un'intervista pubblicata sulla Voce in edicola venerdì 25 novembre.
Un'intervista in cui racconta per filo e per segno la sua versione dei fatti sulla requisizione (e successiva restituzione) dell'albergo per ospitare 15 profughi. “Io ero andato in prefettura per prendere informazioni sull’accoglienza dei profughi - spiega Fogli - e dopo aver deciso di non fare niente, mi sono trovato la mia proprietà requisita...”.

“L’unica cosa che ho firmato - racconta ancora Fogli - è l’accordo di lunedì con il quale mi impegnavo a ritirare la richiesta di danni e il ricorso al Tar. E ho firmato perché, se non lo avessi fatto, oggi nel mio albergo e, di conseguenza a Ficarolo, ci sarebbero 90 profughi”.
E ancora: "I 15 euro sono obbligati a darmeli per legge, ma io ero disposto a rinunciare ad ogni tipo di risarcimento se mi avessero liberato l’albergo immediatamente".
Resta la rabbia per essersi visto scaricare, e senza mezzi termini, da buona parte del paese. “Mi spiace davvero tanto che la gente del mio paese mi abbia trattato così”, conclude Fogli rammaricato.
L'intervista sulla Voce in edicola venerdì 25 novembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Acquevenete assume 10 persone
SOCIETA’ PARTECIPATE

Acquevenete assume 10 persone

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl