you reporter

Trecenta: il malato è l’ex ospedale

I luoghi dell'abbandono

Il grande malato è l’ex ospedale. Ma forse, dopo ventidue anni di agonia, la cura è stata trovata. E la vecchia Casa Bosi, che fino al 1995 ha assistito i pazienti di una buona ferra di Alto Polesine, potrebbe rinascere a nuova vita. Mettendo fine a quasi un quarto di secolo di abbandono.



Intanto, però, di quelli che erano reparti e ambulatori, restano soltanto la polvere e le macerie. I vetri, in larga parte, sono sfondati, e attraverso ci entrano le stagioni. I lettini per le visite hanno addosso tre dita di polvere, dalle finestre entrano i rami e le foglie degli alberi del grande giardino, ormai ingigantiti fuori misura, e per terra c’è tutto quello che il vento è riuscito a radunare.



Ma, col 2018, tutto potrebbe cambiare. Comune, Ulss e Ater, infatti, si sono già seduti allo stesso tavolo per capire come recuperare l’ex ospedale. Obiettivo, riqualificare (tramite l’Ater, che gestisce i fondi regionali) la grande struttura, per destinarvi proprio il polo scolastico, la cui struttura oggi ha qualche problema.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl