you reporter

Trovato morto con le fascette a collo e caviglie

Il giallo di Villadose

116209

Alexei Boldurescu e il luogo dove è stato trovato l'uomo

E' morto strozzato con una fascetta stretta al collo. Non solo: aveva altre due fascette (quelle da elettricista), una per ciascuna caviglia, con una terza a fare da ponte. Probabilmente voleva evitare che l'istinto di sopravvivenza lo portasse a correre a chiedere aiuto, se l'ipotesi corretta è il suicidio. Ma gli inquirenti stanno indagando a 360 gradi. E nessuna ipotesi è esclusa. Peraltro, allo stato, sul corpo dell'uomo non ci sono segni evidenti di violenza.



Si infittisce il giallo accaduto nella notte fra lunedì 12 e martedì 13 marzo a Villadose. Poco dopo le 2 di notte, in via Verdi, proprio sul confine con Ca' Emo, è stato rinvenuto il corpo senza vita di un uomo di 33 anni, Alexei Boldurescu, moldavo, lattoniere.



Il corpo dell'uomo era steso a terra, sul ciglio della strada, a fianco del suo furgone Nissan. Il moldavo era sposato e aveva un figlio.



L'allarme era stato lanciato dalla famiglia: non era rientrato, ieri sera, dopo essere uscito per una commissione. Doveva caricare del pellet. Sul posto si sono portati i carabinieri del nucleo investigativo, che hanno immediatamente avvertito il magistrato di turno e hanno dato il via alle indagini.



Solo dai successivi accertamenti si potrà avere un quadro più chiaro di quanto avvenuto. Per domani, innfatti, è stata fissata dal magistrato di turno l'autopsia sul corpo del 33enne.



Il servizio sulla Voce del 14 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl