you reporter

I volontari puliscono l'argine

Calto

I volontari ripuliscono l’argine del Po nel territorio di Calto.


L’elenco è lunghissimo: 31 sacchi da 170 litri pieni di bottiglie di plastica, scarpe, assorbenti e pannolini, due carcasse di capre sgozzate, una gallina, 10 pneumatici per auto, due per moto, friggitrici, televisori, un lavandino, due videoregistratori, tre quintali di eternit e quattro di ferraglia.


E ancora decine di piatti di pasti consegnati da qualche cooperativa ancora sigillati e gettati nel tratto arginale ripulito per sei chilometri di lunghezza lungo la riva sinistra del Po nel comune di Calto.


Un “bottino” a dir poco agghiacciante, che i soliti maleducati hanno abbandonato con leggerezza, contribuendo ad inquinare un ecosistema importantissimo, come quello che si trova ai lati del Grande fiume.


Nella giornata di sabato, un gruppo di volontari del posto, in collaborazione con l’associazione “Idee in movimento” che si occupa del recupero di detenuti ed ex detenuti e con le autorizzazioni rilasciate dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michele Fioravanti, ha provveduto con attrezzatura propria e tanto olio di gomito, a ripulire l’intero tratto di competenza del comune di Calto.


Sulla "Voce" di mercoledì 28 marzo il servizio completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl