you reporter

Occhiobello

Ponte sul Po, incontro positivo

Sindaci di Occhiobello e Ferrara, assessore regionale Corazzari e vertici di Anas e Autostrade all'incontro di Casalecchio sul Reno.

Ponte sul Po, incontro positivo

Il ponte sul Po a Occhiobello

Si è svolto nel primo pomeriggio di giovedì 12 aprile un positivo incontro nella sede della direzione terzo tronco Autostrade a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, presenti i rappresentanti dei comuni di Ferrara e Occhiobello, delle Regioni Emilia Romagna e Veneto, di Anas e Società Autostrade. Confermato da parte di Anas l’accordo con l’impresa per limitare la durata del cantiere relativo alla manutenzione del ponte sul Po a 4 mesi, con lavorazioni su tre turni 7 giorni su 7, e partenza del cantiere il giorno 21 maggio prossimo.

Positivamente raccolta la disponibilità di Autostrade a non vedere aumentare i propri ricavi dalla chiusura del ponte, studiando modalità di agevolazioni nel tratto tra i caselli di Occhiobello e Ferrara Nord. In modo particolare, anche al fine di non congestionare la viabilità di accesso ai caselli, le agevolazioni saranno rivolte agli utenti già in possesso o che si doteranno di Telepass. Queste ipotesi saranno oggetto di confronto e definizione anche con il Ministero delle Infrastrutture.

“Non gravare sui cittadini che prenderanno l’autostrada nei quattro mesi di chiusura del ponte - le parole del sindaco di Occhiobello, Daniele Chiarioni - lo abbiamo ribadito anche oggi (giovedì 12 aprile ndr) a Bologna di fronte alla società Autostrade, assieme a me l’assessore regionale al territorio Cristiano Corazzari e l’assessore ai lavori pubblici Davide Valentini. E la volontà della società Autostrade di studiare agevolazioni, conferma che gli utenti non devono essere penalizzati economicamente quando il ponte non sarà più transitabile”. “Saranno quattro mesi in cui l’unica alternativa sarà l’autostrada perciò non si può pretendere che il costo della tratta sia a carico dei cittadini e le prossime settimane saranno utili per chiarire a livello ministeriale la copertura di questi costi - conclude il primo cittadino - attendiamo anche di conoscere la definizione delle fermate dei regionali veloci a Santa Maria Maddalena”.

L’assessore Corazzari ha sottolineato come si sia trattato “di un incontro ancora interlocutorio ma sostanzialmente positivo”. “La società Autostrade si è detta disponibile a considerare l’ipotesi di rendere gratuito per i residenti il transito sugli otto chilometri di A13 tra i caselli di Occhiobello e Ferrara Nord, esentandoli dal pedaggio e dotandoli, al fine di evitare possibili intasamenti ai caselli, di Telepass - le sue parole - questa operazione costerà non meno di 150mila euro e noi chiediamo che se ne faccia carico il Ministero dei trasporti e delle infrastrutture, al quale abbiamo già chiesto un incontro per esporre tale soluzione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl