you reporter

Sicurezza

Finanziamenti per la videosorveglianza

Occhi elettronici ai varchi stradali e aggiornamento del sistema di telecamere nei due comuni

Finanziamenti per la videosorveglianza

Occhi elettronici ai varchi stradali e aggiornamento del sistema di telecamere presenti nei comuni di Occhiobello e Stienta. La Regione ha ammesso al contributo un progetto del costo complessivo di 97mila euro, condiviso fra i due territori: 49mila euro è la cifra finanziata dal bando regionale per investimenti in sicurezza urbana e polizia locale, 40mila euro la quota a carico di Occhiobello e 7.900 euro la quota stanziata da Stienta.

“Avanziamo con il terzo stralcio - spiega l’assessore alla polizia locale Irene Bononi - ampliando e aggiornando il sistema di videosorveglianza nei due Comuni, ponendo attenzione soprattutto ai punti di snodo viari, dal 2015 cogliamo bandi regionali che con telecamere e attrezzature ci hanno permesso di incrementare la sicurezza”.

L’intervento prevede punti di controllo costituiti da varchi di lettura targhe all’incrocio tra via Roma e via Eridania e all’accesso della tangenziale da via Eridania, l’aggiornamento dei sistemi attivi nel comune di Occhiobello (sostituzione di tre telecamere ‘dome’ e dieci telecamere fisse) e il collegamento alle forze dell’ordine di Stienta.

Nella sede della polizia locale di Occhiobello saranno concentrati tutti i flussi video dei due comuni che verranno registrati, analizzati e gestiti dal personale.

I tempi di concretizzazione del progetto si spalmano nel 2019: in aprile sarà indetta la gara per l’affidamento dei lavori, che avverrà poi in giugno, in ottobre saranno eseguiti i lavori.

I dispositivi presenti a Occhiobello si trovano in diversi luoghi ed edifici pubblici: asilo nido di via Kennedy, complesso scolastico di via King, municipio, sede polizia locale, scuole medie di via Amendola, cimitero, ecocentro, piazza Maggiore, parco Buozzi, stazione ferroviaria, torre piezometrica di Santa Maria Maddalena e torre piezometrica di Occhiobello, circolo anziani. I varchi controllati con lettura targhe sono in via Bassa, al casello autostradale e alla rotatoria sulla statale 16.

Nel comune di Stienta, la lettura delle targhe avviene sull'Eridania e sulla provinciale 12, mentre i luoghi pubblici sotto l’occhio delle telecamere sono le scuole medie, il municipio, il cimitero, l'ecocentro, le vie Roma e Gramsci.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl