you reporter

Fratta Polesine

Identificati i colpevoli dell'aggressione al bar San Bartolomeo

Sono stati identificati gli autori della violenta aggressione al bar San Bartolomeo Caffè di Fratta Polesine

Identificati i colpevoli dell'aggressione al Bar San Bartolomeo

Questa mattina i carabinieri della stazione di Fratta Polesine, al termine di un'attività d’indagine, hanno denunciato a piede libero per lesione personale, minaccia e danneggiamento in concorso:

  • R.O., Italiano 20enne residente in provincia di Rovigo, con precedenti;
  • P.G., Italiano 21enne domiciliato in provincia di Rovigo, con precedenti;
  • C.M., Marocchino 20enne con precedenti.

Lo scorso 27 ottobre, alle ore 02.00 circa (Leggi l'articolo) un veicolo in uso ad uno dei denunciati, il cui conducente era verosimilmente in stato di ubriachezza, con a bordo due di loro, effettuava manovre azzardate nella Piazza Matteotti di Fratta Polesine, parcheggiandosi poi con le ruote sul marciapiede.

Il titolare del bar, in quel momento all'esterno, dopo aver evidenziato ai giovani la condotta di guida estremamente pericolosa, è stato colpito da uno di questi all’altezza della gamba da una chiave a bussola.

I due giovani si sono allontanati, per poi ritornare dopo 10 minuti in tre, a bordo di un altro veicolo, con l’intento di aggredire l’uomo con cui avevano precedentemente discusso. Dopo essersi avvicinati alla porta in vetro del bar, con calci e la chiave a bussola che avevano in possesso, hanno sfondato la stessa e vi si sono introdotti all'interno aggredendo con calci e pugni i presenti, nello specifico tre giovani, tutti residenti in comuni limitrofi, che hanno riportato lesioni tra 5 e 8 gg. di prognosi.

Dopo aver fatto ciò si dileguati, ma non prima di aver proferito minacce ai tutti i presenti. I Carabinieri di Fratta Polesine, allertati da una coppia, che per paura si era chiusa a chiave nel bagno, raccolte le testimonianze e soprattutto dopo aver esaminato le telecamere del circuito di videosorveglianza di un esercizio commerciale vicino, hanno identificato i tre, soggetti noti e con svariati precedenti penali, riconosciuti inoltre dalle vittime in sede di ricognizione fotografica. I tre dovranno rispondere di lesione personale, minaccia e danneggiamento in concorso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Le luci “strobo” si sono spente
C’era una volta la disco

Le luci “strobo” si sono spente

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl