you reporter

Villadose

Si sente male e muore: due sotto accusa

Avrebbero atteso troppo, secondo l'accusa, a chiamare il soccorso. A processo la madre e l'amica del 36enne morto

Si sente male e muore: due sotto accusa

L’accusa è di omissione di soccorso. In sostanza, secondo la tesi accusatoria, le imputate, la madre e una amica del 36enne, di Villadose, morto nell’ottobre del 2017 al pronto soccorso di Adria, non si sarebbero attivate, quanto a tempistica e modalità, nella maniera adatta in quella situazione: una persona che stava molto male. Questa la ricostruzione della Procura, che ha portato al processo che ha vissuto una prima udienza dibattimentale nella mattinata di lunedì 13 maggio, di fronte al giudice Sarah Zen del Tribunale di Rovigo.

A venire ascoltato, è stato tra gli altri un parente del giovane, che ha riferito di come fosse stato chiamato d’urgenza, quella sera. Al suo arrivo, avrebbe visto il 36enne, in effetti, in condizioni piuttosto allarmanti. Nonostante questo, ci sarebbero state remore, secondo l’accusa, a chiamare direttamente il 118. La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 18 novembre. Si tratterà di un passaggio estremamente importante, dal momento che si ascolterà il consulente medico legale dell’accusa. In quella occasione, quindi, dovrebbero essere chiarite quelle che, secondo la sua valutazione, furono le cause della morte del giovane.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl