you reporter

Outlet, spunta una cordata di imprenditori

Occhiobello

110875

L'Outlet Delta Po deserto nel pomeriggio del 31 gennaio

Non decolla l’outlet di Occhiobello e da voci sempre più insistenti, ci sarebbe una nuova cordata di imprenditori o finanziatori italiani pronta a rilevarlo.


Sono in molti ad essere convinti che si tratti dell’ultimo atto di un’opera con un finale poco allegro, ma c’è anche chi è invece certo che la falsa partenza dell’outlet rivierasco si possa superare e, con alcuni accorgimenti e con il cambio di proprietà e di direzione, le cose potrebbero in meglio e anche rapidamente.


A dare una speranza ai lavoratori impegnati nei negozi presenti e ad un territorio che sperava in un aumento dell’occupazione e dello sviluppo, anche grazie a questa nuova attrattiva, ci pensa l’amministrazione comunale di Occhiobello. Nonostante l’Outlet Delta Po Family Destination non sembra proprio navigare in buona acque sia per il bassissimo numero di negozi aperti, sugli ottanta spazi disponibili, che per la totale assenza di grandi firme presenti e per i pochi clienti in una struttura da quasi 8mila metri quadri, la speranza sembra essere oggi legata ad una corda, anzi ad una cordata.



“Cerchiamo di mantenere un filo diretto con l’azienda per essere sempre informati su quello che sta accadendo - afferma l’assessore al commercio del comune di Occhiobello Irene Bononi - Proprio in questi giorni ci hanno dato la notizia di trattative in corso per la possibile apertura di quindici o sedici nuovi negozi, proprio per incrementare l’attività esistente. Questi nuovi negozi avrebbero a disposizione anche marchi di notevole importanza e quindi di un probabile futuro aumento dell’occupazione per i nostri concittadini”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl