you reporter

Porto Viro

Nonna accoltella il marito, sarà giudicata dalla Corte d'assise

Rinviata a giudizio per omicidio volontario la signora Pasquina Pregnolato, 84 anni, che lo scorso anno, a maggio, colpì il marito alla gola lacerando ugola e palato. L'uomo non ce l'aveva fatta. Era morto dopo quasi tre settimane di agonia. Il 30 maggio comincia il processo.

Via Marangona a Porto Viro

La casa di via Marangona a Porto Viro dove è avvenuta la tragedia

Il coltello aveva penetrato la gola, ferito l'ugola e arrivato fino al palato. E il signor Narciso Levizzari, 81 anni di Porto Viro, ferito mentre dormiva, era morto dopo alcuni giorni in prognosi riservata. La moglie 83enne, Pasquina Pregnolato, dovrà ora rispondere di omicidio volontario davanti alla Corte d'Assise

Oggi 10 aprile il gup Pietro Mondaini ha disposto il rinvio a giudizio al prossimo 30 maggio. L'avvocato dell'anziana, Marco Del Piccolo, aveva chiesto il rito abbreviato condizionato alla perizia sulla donna, ma il gup ha ritenuto sufficiente la perizia disposta dalla procura di Rovigo, nella persona del pm Monica Bombana, che ha seguito il caso.

La donna aveva ripulito il coltello dopo aver lacerato con due fendenti la gola del marito, il 17 maggio del 2017. Poi quando il figlio come ogni mattina era andato a cambiare il catetere dell'uomo, avevaconfessato di essere stata lei a sferrare i due colpi di lama sull'anziano marito, mentre dormiva.

Era stato il figlio a chiamare i soccorsi. E i carabinieri della stazione locale, a cui la donna aveva subito confessato: "Sono stata io". L'anziana qualche giorno dopo aveva tentato di avvelenarsi con la candeggina.

Il servizio completo domani 11 aprile sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl