you reporter

Taglio di Po

“La Casa di riposo è nel degrado”

“La Casa di riposo è nel degrado”. Renato Pregnolato attacca l’amministrazione per la situazione della struttura. Il consigliere di opposizione: “Interventi urgenti, ma ci sono immobilismo e mancanza di programmazione”.

“La Casa di riposo è nel degrado”

“Passare davanti alla nostra Casa di riposo, dal lato di via Romea comunale, e assistere, da mesi ormai, alla presenza di transenne e nastro rosso sul marciapiede antistante, a segnalare il pericolo di qualche crollo , è quanto di più deprimente, preoccupante e umiliante ci possa essere per i cittadini di questo paese e non solo”.

Ad affermarlo è Renato Pregnolato, consigliere comunale della lista civica di opposizione “Per Taglio di Po Uniti con Layla Sindaco”, che intende, in questo modo, denunciare pubblicamente la situazione in cui versa questa importante struttura posta nel centro cittadino.

“Il silenzio dei nostri amministratori relativamente all’urgenza e all’entità dell’intervento da eseguire, è il peggior segnale dell’immobilismo e della mancanza di programmazione oltre che di trasparenza che andiamo denunciando da mesi e mesi, nonostante le nostre segnalazioni come anche in occasione della discussione del bilancio di previsione per il 2018. Nessun tipo di intervento preventivato nè alcun tipo di programmazione nel settore socio sanitario, tanto importante quanto necessari per un territorio che invecchia inesorabilmente come il nostro o che ha bisogno di dare sostegno alle famiglie in presenza si situazioni di disabilità di vario tipo”.

“Pare accantonata - continua Pregnolato - ogni speranza di vedere un progetto di recupero delle vecchie scuole medie di Piazza Venezia quale possibile ampliamento dell’attuale Casa di riposo e, questo, mentre Ariano nel Polesine sta ampliando la propria e Corbola lo ha già fatto qualche tempo fa. Ci chiediamo anche quale ruolo assumerà il nostro Comune all’interno del Ciass, quando le proprie quote di partecipazione diventeranno ancor più minoritarie e le scelte di ogni tipo, dall’utenza al personale dipendente, dalle tariffe agli interventi manutentivi eccetera, non avranno lo stesso peso di quelle degli altri due Comuni. Ora, però, è quanto mai necessario provvedere ad eliminare questa vergognosa ed indecente situazione di degrado di una importante struttura pubblica come la nostra Casa di riposo”.

“Ci auguriamo solo - conclude Pregnolato - che il sindaco, stavolta, non perda il suo tempo a polemizzare, ma faccia il proprio dovere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl