you reporter

Rosolina Mare

Le spiagge di Rosolina Mare tra sporcizia e degrado

I cittadini lamentano la poca pulizia dell’arenile, tra sacchi dell’immondizia e taniche. Quasi impraticabile la pista ciclabile, ricoperta di sabbia spinta dal vento.

Sporcizia e degrado a Rosolina Mare. La stagione balneare che ormai sembra partita, vede degrado sulle spiagge. Rifiuti di ogni genere sono sul bagnasciuga delle varie spiagge, qualsiasi esse siano senza alcuna differenza tra quelle gestite e quelle libere. Sono state trovati sacchi pieni di rifiuti, taniche abbandonate, bottiglie di plastica quasi ovunque, polistirolo in mezzo alle alghe e sacchetti delle patatine che rotolano per la spiaggia spinte dal vento. Una situazione segnalata da chi puntualmente frequenta le spiagge.

Si notano anche le aiuole che costeggiano i bagni piene di sabbia ed erbacce, senza alcuna cura, come se la stagione estiva fosse lontana e non ci fossero problemi di alcuna sorta. Per di più, il percorso ciclo pedonale che affianca i vari bagni, è in buona parte sommersa dalla sabbia, che non permette il passaggio regolare delle biciclette. E' proprio un signore di 75 anni di nome Francesco, che si è incagliato su una duna di sabbia con la bicicletta spiega: “Guarda che situazione, mi sembra assurdo che qui non viene nessuno a spazzare via la sabbia, dovrebbero vergognarsi”.

All’entrata di Rosolina Mare, proprio sulla rotonda che accoglie i passanti, i sassi bianchi sono quasi sommersi dalle erbacce e sulla corsia centrale che porta alle spiagge le erbacce troneggiano sui fiori che rischiano di essere soffocati dalle stesse. Un inizio poco decoroso per questa località balneare, che si è vista da poco aggiudicare la bandiera blu, ma che si ritrova in un contesto di degrado. E sono gli stessi residenti a chiedere immediati interventi e pulizie, non solo in vista della bella stagione, ma per evitare che altri continuano a gettare ovunque rifiuti. Molto è portato dal mare, ma l’uomo ci mette sempre la propria mano. Un degrado che poco si addice alla bellezza naturale del luogo, che potrebbe essere, se curato, un punto di riferimento per un numero sempre più alto di bagnanti e turisti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl