you reporter

Porto Tolle

Le spiagge sono a misura di tutti

“Volontari senza barriere” e amministratori hanno verificato quanto fatto, a Boccasette e Barricata, per chi è diversamente abile

Una mattinata importante, quella di sabato scorso, per superare un altro scalino sull'abbattimento delle barriere architettoniche.

Il gruppo “Volontari senza barriere”, ha voluto organizzare una “Passeggiata in compagnia”, per verificare e rendersi conto del livello di accessibilità delle spiagge di Barricata e Boccasette.

“Gli interventi di miglioramento, adeguamento ed ampliamento dei servizi e la dotazione di ausili alla balneazione, rendono ora possibile la visitabilità e la permanenza in spiaggia anche alle persone con disabilità - si legge sull'invito alla camminata - permettendo così di godere appieno di una giornata di mare in un contesto ambientale finalmente fruibile a tutti”.

Proprio per rendersi conto di persona del livello di accessibilità il gruppo di volontari, rappresentato da Romina Vidali e Giampaolo Marangon, ha dato appuntamento, per le 10, all'entrata del ponte di accesso alla spiaggia di Barricata, agli amministratori locali e ai rappresentanti dell’associazione Balneari DeltaPo Barricata e Boccasette.

Hanno risposto positivamente all'invito Silvana Mantovani e Raffaele Crepaldi, rispettivamente vicesindaco e assessore di Porto Tolle, e il consigliere di minoranza Claudio Bellan che, anche provando direttamente i percorsi seduti su di una carrozzina, hanno potuto rendersi conto personalmente di come molto sia stato fatto, ma ancora molto ci sia da fare.

“Il nostro intento è sicuramente quello di essere sentinelle e tenere alta l’attenzione rispetto alle problematiche che si trovano costrette ad affrontare le persone affette da disabilità - ha affermato Romina Vidali – Diverse cose sono state fatte, dalle passerelle che permettono alle carrozzine di arrivare fino in riva al mare, agli ausili alla balneazione come le Sedie Job e molto altro - conclude - ma per poter continuare questo importante lavoro di abbattimento delle barriere architettoniche, occorre prima di tutto abbattere quelle mentali e culturali”.

In linea anche il vicesindaco Mantovani e l’assessore Crepaldi che hanno sottolineato come “le spiagge sono il fulcro dello sviluppo turistico del territorio e per renderle accessibili è necessario togliere prima le barriere dalla nostra mente”.

Disponibilità alla collaborazione anche da parte del consigliere Bellan che ha sottolineato come l’accesso al ponte sia l’ostacolo forse più importante, fermo il fatto che “il problema più grande rimane quello culturale”.

Un passo importante verso l’accessibilità delle spiagge di Barricata e Boccasette alle persone diversamente abili, anche se è immaginabile che è comunque necessaria un'azione sinergica tra il gruppo informale “Volontari senza barriere”, gli amministratori di maggioranza e minoranza e gli operatori turistici del territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl