you reporter

Porto V iro

Servizi sociali, confermata la delega all’azienda sanitaria

L’annuncio del primo cittadino Maura Veronese. Scelta approvata anche dalla minoranza. Il sindaco: “Ma stiamo pensando ad un decentramento di altre funzioni”

Servizi sociali, confermata la delega all’azienda sanitaria

Il sindaco Maura Veronese

E’ stata confermata la delega all’azienda Ulss 19 di Adria per la gestione dei servizi sociali per l’anno 2018. Questo grazie all’ultimo punto trattato nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Porto Viro, in cui il sindaco Maura Veronese ha annunciato: “Confermiamo la delega all’azienda Ulss 5 per le stesse funzioni per cui era delegata negli anni 2016 e 2017. Confermiamo queste funzioni pur avendo in animo di gestire autonomamente o in forma associata alcune di queste. Già da un po’ di tempo abbiamo infatti cominciato, dotandoci di un’assistente sociale che prima non c’era, intraprendendo (in questo caso col Ciass dell’isola di Ariano, nda) un percorso per far sì che persone in difficoltà che arrivano in contatto con i nostri servizi sociali trovino un interlocutore che può prevenire, comprendere e trovare delle misure alternative alle loro esigenze e criticità”.

Grazie alla stipula della convenzione con il Ciass - la casa di riposo consorzio isola di Ariano servizi sociali - il Comune di Porto Viro ha infatti all’attivo da inizio aprile il servizio prestato da una dottoressa operativa tre giorni a settimana per 16 ore settimanali, sia nel front service, sia in servizio domiciliare.

“Con questo tipo di collaborazione e di ‘screening’ che fa l’assistente sociale, e vista la bontà del servizio - ha continuato il sindaco - possiamo pensare di fare un ragionamento decentrato rispetto ad Asl per altre di queste funzioni: non la delega generale ovviamente, ma ad esempio quella delle assistenze domiciliari. Una conferma quindi, con una porta aperta per cui ridurre eventualmente le deleghe, ed esternalizzarne alcune”.

La votazione ha trovato l’unanimità dei tredici consiglieri presenti, tanto che Silvia Gennari dalla minoranza ha aggiunto: “Concordo con questa scelta futura di percorso, era anche una volontà della nostra amministrazione; proseguiamo su questa strada”.

“Dopo quello dell’assistente sociale, questo è solo un naturale completamento - ha concluso poi Maura Veronese - togliere la delega comporta che quello che è in attività finora non si può interrompere bruscamente, però mettendolo in delibera già adesso, questo va nei piani di Ulss che comincia ad adeguarsi e preparare una riorganizzazione del suo servizio”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl