you reporter

I rivoltosi di Conetta saranno trasferiti anche in Polesine

Profughi

68439
Dopo la rivolta nel centro di accoglienza profughi di Conetta, a due passi dal Polesine, ritorna la calma. Ma i 100 trasferimenti verso l'Emilia non saranno gli ultimi.



Dal ministero dell'interno, è il prefetto Morcone, l'uomo che gestisce l'emergenza profughi su scala nazionale, ad assicurare che la situazione "sarà risolta. I centri di Conetta e Bagnoli vanno assolutamente e fortemente ridimensionati”.



Per fare questo, i richiedenti asilo qui ospitati saranno spostati E ridistribuiti in tempi rapidi nelle altre province venete, Polesine compreso: il piano è quello dell’accoglienza diffusa, in ogni comune.



Intanto, le procure di Padova e Rovigo accendono i riflettori sulla cooperativa Edeco, che gestisce circa duemila richiedenti asilo tra Rovigo, Padova e Venezia. Diverse le inchieste aperte in questi mesi.



Il servizio completo sulla Voce in edicola venerdì 6 gennaio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Acquevenete assume 10 persone
SOCIETA’ PARTECIPATE

Acquevenete assume 10 persone

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl