you reporter

Piazza Roma, chioschi a orologeria

Il caso

piazza roma.jpg
Non che si debbano per forza spostare. Ma i due chioschi in piazza Roma, o piazza Merlin che dir si voglia, che ospitano un bar-gelateria e una edicola, a inizio del prossimo anno si troveranno con il permesso di occupazione del suolo pubblico scaduto. A meno della solita proroga.



Sì perché dal 2018 i titolari dei due permessi per occupare con la struttura che a loro tempo costruirono, dovranno sperare che il comune di Rovigo conceda loro una proroga per portare avanti la loro attività in quello stesso luogo.
Altrimenti potrebbero vedersi “sfrattati” in un’altra posizione, qualora il comune scegliesse di riorganizzare piazza Roma, come sta facendo, del resto, con la limitrofa piazzetta Annonaria.



Ma è altrettanto vero che potrebbe essere complicata una soluzione del genere, specialmente per due attività che, ormai, sono diventate quasi storiche. E che hanno fondato il loro lavoro proprio su quel permesso di occupazione del suolo pubblico. Come del resto è altrettanto vero che molte sono state le controversie che, ormai oltre dieci anni fa, ci furono tra i titolari dell’edicola e della gelateria, la Soprindendenza e il comune di Rovigo, dopo che nel 1995 lo stesso comune concesse la costruzione dei due manufatti ospitati le rispettive attività.


Il servizio completo sulla Voce in edicola il 19 maggio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Acquevenete assume 10 persone
SOCIETA’ PARTECIPATE

Acquevenete assume 10 persone

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl