you reporter

Giugno 2017: l'andamento del mercato automobilistico

86230
Il mese di giugno 2017, in Italia, ha visto il mercato delle auto tornare a registrare una crescita a 2 cifre; questo, almeno, è quanto emerge esaminando i dati relativi alle vetture nuove. In base alle notizie provenienti dal Ministero dei trasporti, le immatricolazioni hanno raggiunto quota 187.642. Una crescita che, messa a confronto con il medesimo periodo dell'anno precedente, è superiore del 12,88%. Prendendo in considerazione il primo semestre del 2017, il numero di immatricolazioni ha toccato quota 1.136.331, con una percentuale del +8,9% rispetto ai primi 6 mesi del 2016.
È un dato importante, che ha permesso al nostro Paese di precedere in classifica concorrenti importanti come Francia e Spagna.
Per quello che concerne il mercato dell'usato, l'ultimo bollettino mensile pubblicato da "Auto-Trend" (basato sull'analisi statistica ACI) ha evidenziato una variazione negativa rispetto al mese di precedente; tale variazione risulta negativa (-1,02%) anche se posta a confronto con quanto rilevato nel giugno dell'anno prima. Nel mese in oggetto sono stati 375.649 trasferimenti di proprietà di vetture usate (nel 2016 furono 379.532, mentre nel maggio del 2017 hanno toccato quota 413.209).


Concentrandosi sulle nuove immatricolazioni, sono gli ottimi risultati conseguiti dal Gruppo FCA a stupire. Le 53.600 immatricolazioni di veicoli appartenenti a Fiat Chrysler Automobiles; in termini percentuali questo significa +12,6% rispetto all'anno precedente, confermando una quota di mercato del 29,3%. Sono i modelli di punta a trascinare le vendite del gruppo, tanto da occupare i primi 5 posti della classifica mensile. Se la 500 occupa il terzo e quinto posto (quest'ultimo con la versione L), le altre 3 posizioni vedono come protagoniste Panda, Tipo e Punto. A favorire l'acquisto di vetture nuove è anche la facilità con la quale è possibile vendere i veicoli usati, frutto della nascita di diversi portali operanti online. Alcune di queste piattaforme permettono di ottenere una quotazione delle auto usate in pochi istanti, semplicemente inserendo alcuni dati ed attendendo l'elaborazione. Si tratta di strumento efficace nel favorire il ricambio "generazionale" del parco vetture italiano.


Tenendo conto dei risultati ottenuti sia dalle nuove immatricolazioni che dalle vendite di veicoli usati è possibile evidenziare come solo il 33,31% del volume globale sia imputabile alle vetture nuove. Sono le auto usate ad aver raggiunto una percentuale ragguardevole: il 66,69%.
Estendendo l'analisi del segmento dell'usato al primo semestre del 2017, il numero totale di trasferimenti di proprietà è stato pari a 2.389.777. Cifra inferiore ai trasferimenti avvenuti nei primi 6 mesi del 2016 (2.456.267), per una variazione negativa del 2.71%.
Le prospettive sembrano essere positive anche per i mesi a venire, in quanto sembra ormai prefigurarsi un clima di fiducia degli operatori economici, difficilmente pronosticabile fino a poco tempo fa. È stato lo stesso ISTAT ad evidenziare un quadro congiunturale positivo, rivedendo al rialzo la stima di crescita del PIL. Una buona notizia per il mercato delle auto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl