you reporter

Troppi stranieri nelle case popolari

108336
Troppe case popolari agli stranieri, occorre rivedere i requisiti per le liste Ater.


La Richiesta arriva nuovamente da Antonio Rossini, consigliere comunale del gruppo Fare che ha proposto una interpellanza alla giunta comunale di Rovigo.



Un’interpellanza dove si chiede di favorire i residenti a Rovigo da oltre 8 anni e 15 anni in Veneto.

E che gli stessi appartamenti popolari siano sottratti agli inquilini che non rispettano le norme igienico sanitarie.



Rossini sottolinea che “vi è una evidente discrasia tra la percentuale dei cittadini stranieri residenti a Rovigo, circa l’8%, e la percentuale del 56% dei medesimi collocati utilmente in graduatoria per l’assegnazione in città di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, e pertanto con i criteri di assegnazione in vigore a tutt’oggi vengono fortemente penalizzati i cittadini italiani che sebbene rappresentano circa il 92% della popolazione solamente il 44% è vincitore di un alloggio”.



Fa poi notare che la responsabilità per l’assegnazione dei punteggi nelle graduatorie è dei Comuni.


Per Rossini c’è quindi “la necessità, nonché l’obbligo politico e morale, di procedere ancora ad una nuova ed immediata revisione dei criteri di assegnazione, intervenendo sul sistema dei punteggi con dei correttivi legali che riequilibrino questa incongruenza”.

Il servizio completo su La Voce di sabato 13 gennaio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Acquevenete assume 10 persone
SOCIETA’ PARTECIPATE

Acquevenete assume 10 persone

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl