you reporter

Presi gli assassini dell'ex carabiniere di Rovigo

Il caso in Brasile

112516
Tre uomini e un adolescente di 17 anni sono stati identificati come sospettati dell'omicidio di Mario Simone, il 51enne ex carabiniere, che per anni era stato in servizio anche a Rovigo.



Simone, originario della Puglia, aveva prestato servizio nella caserma di via Silvestri, a Rovigo, e il 19 novembre 2017 è stato ucciso a Igarapé-Miri, nel Nordest di Parà, in Brasile.



Secondo la polizia brasiliana, l'adolescente e un sospettato sono stati arrestati e avrebbero confessato l'assassino e raccontato che avevano tentato in precedenza di rapinare l'ex carabiniere. Ma Mario Simone aveva reagito strappando l'arma dalle mani di uno di loro.



Un affronto per i rapinatori che si sarebbero poi vendicati. Cruenti i dettagli: gli hanno sparato e lo hanno torturato, tranciandogli due dita con un machete. Il piano prevedeva addirittura la decapitazione.



Simone viveva da dieci anni in Brasile, da quando si era congedato dell'Arma. Aveva prestato servizio a Piove di Sacco, Conselve, Bagnoli e Rovigo dal 1988 al 2006.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl