you reporter

Il caso

Giro d'Italia, a Mardimago sarà protesta

Via dei Mille, pronti gli striscioni. Ma niente blocchi. E il comitato fa pace con Rossini.

A Mardimago sarà protesta

Rischio contestazione sul Giro, a Mardimago. Ma la corsa rosa non sarà fermata. Tutt’al più, il comitato Vivi Mardimago esporrà cartelli e striscioni di protesta: nel mirino, ancora una volta, il traffico pesante su via dei Mille, che secondo i residenti soffoca la frazione e crea pericolo.

Ma la contestazione non riguarderà i ciclisti che, anzi, saranno accolti a suon di applausi, e per l’occasione la frazione allestirà anche una maxibicicletta rosa, in omaggio alla corsa.

Il presidente del comitato Vivi Mardimago Giuliano Bernardinello, infatti, spiega: “Non abbiamo alcuna intenzione di bloccare un evento così importante, metteremo in atto una protesta in maniera civile e rispettosa nei confronti di tutti”. Durante il passaggio del Giro d’Italia quindi potrebbero verificarsi delle proteste “ma i cittadini, nonostante tutto, hanno un’ammirevole coscienza civile”, precisa.

Quindi sulle ragioni della protesta: “Siamo sempre più convinti - dice Bernardinello - di dover continuare a lottare contro il traffico pesante in paese, anche perché nel corso dell’ultimo incontro con la giunta è emerso che i 300mila euro necessari per costruire la nuova bretella improvvisamente non son più disponibili”.

Pace fatta, invece, con il consigliere comunale Antonio Rossini, con cui nei giorni scorsi c’era stata qualche incomprensione proprio sul possibile boicottaggio della corsa rosa in via dei Mille. “La mia volontà - le sue parole - è quella di cercare di portare avanti le battaglie dei cittadini".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl