you reporter

La provocazione

Una soluzione alle nutrie? "Importiamo i coccodrilli"

La proposta arriva dalla Confederazione italiana agricoltori. “Dobbiamo importare dei coccodrilli e liberarli nei canali di tutto il territorio – afferma il presidente di Ferrara, Gianfranco Tomasoni -. Forse, in questo modo, un problema che si trascina da anni e non è mai stato risolto, potrebbe trovare una risoluzione definitiva”.

Una soluzione alle nutrie? "Importiamo i coccodrilli"

Coccodrillo

La soluzione è bizzarra, ma la Cia di Ferrara ci crede. "Contro le nutrie e le oche selvatiche, vero dramma del territorio, importiamo i coccodrilli".

E' una proposta “evidentemente provocatoria” – come sottolinea lo stesso ufficio stampa di Cia – ma il presidente ferrarese Gianfranco Tomasoni, che lamenta l’invasione di specie non autoctone sul territorio e punta a una possibile soluzione: diffondere un “antagonista naturale” delle specie fuori controllo per ristabilire un equilibrio nell’habitat.

Le aziende agricole sono costrette infatti a sostenere costi molto alti per la dissuasione delle nutrie e delle oche selvatiche, acquistando palloni e cannoni che comunque non rappresentano una soluzione efficace.

Ad esempio, con il vento di questi giorni i palloni utilizzati da alcune aziende sono volati. Conti alla mano, servono almeno 10 palloni per ettaro che costano dai 9 ai 10 euro. Poi bisogna aggiungere bastoni e ferri per fissarli. Quindi un’azienda di dimensioni medie, di circa 60 ettari, dovrà spendere 6mila euro. Per non parlare dei cannoni, disseminati in tutto il territorio anche a ridosso del Parco del Delta del Po. 

E allora ecco la soluzione provocatoria: visto che le nutrie sono sudamericane e le oche selvatiche provengono dal Canada. Importiamo anche i coccodrilli. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl