you reporter

Il caso

L’autista in fuga: “Non volevo””

Deniss Panduru, l’autista che ha abbandonato lo scuolabus dopo aver provocato un incidente si difende: “il pulmino aveva dei problemi”

L’autista in fuga: “Non volevo””

Deniss Panduru

“Tutte le mie sfortune sono iniziate due anni fa, quando mia moglie, dopo 25 anni di matrimonio, mi ha lasciato”. Questa è la versione dei fatti di Deniss Panduru, il 52enne di origini rumene, residente a Rovigo, che venerdì scorso era alla guida dello scuolabus della ditta Seaf di Este, ha causato un incidente su una curva ad Arquà Petrarca e poi è scappato. Ritrovato a Este, arrestato e lunedì scarcerato.

Davanti a un bicchiere d’acqua “fa ruggine, ma è buona”, scherza suo malgrado, l’autista della Seaf di Este, che è stato trovato con un livello di alcol pari a 0,3 gradi, quando per la sua professione deve essere pari a zero. E aggiunge: “Il giorno dell’incidente ho bevuto due succhi di frutta e ho mangiato un’insalata contengono tutti alcol”.

Poi racconta: “Io ero affezionato a quei bambini, li ho salvati uno ad uno e c’era un uomo con la maglietta bianca, che vorrei testimoniasse, lui mi ha aiutato a tirarli fuori. Nessuno si è ferito gravemente, perché andavo a 20-30 chilometri all’ora, solo che lo sterzo non ha funzionato”.

Panduru, che vive a Rovigo, dice che più di una volta aveva segnalato che il pulmino perdeva olio, “ci mettevo il cartone sotto”. E sulla fuga dal luogo dell’incidente spiega di aver avuto un vuoto, preso dal panico: “A un certo punto ho sentito che c’erano persone che mi gridavano addosso, non ho capito niente, sono svenuto, mi sono ritrovato a Este (due ore dopo, a 7 chilometri di distanza ndr) e ho subito collaborato con i carabinieri. Mi sono subito accertato che i bambini stessero bene quando sono arrivato in ospedale”.

L’intervista completa oggi 22 maggio sulla Voce di Rovigo 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: la foto di classe

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl