you reporter

Autogol del prete, basta tornei <br/> a Taglio di Po estate senza calcio

43821
TAGLIO DI PO - Dopo otto anni di partite, gol ed emozioni, in questa estate non si disputerà nessun torneo al meraviglioso e rizollato campetto dell’oratorio San Francesco d’Assisi di Taglio di Po.

Facciamo un passo indietro. Da dicembre 2014, infatti, l’associazione Noi non esiste più per volontà del nuovo parroco. Il gruppo poteva contare su tanti volontari, che ogni anno organizzano con passione e competenza tornei di calcio e altre manifestazioni, per far vivere l’oratorio.

Perché è stata sciolta un’associazione che in soli tre anni e mezzo aveva dato ampio lustro al paese? La motivazione è presto svelata: il nuovo e giovane sacerdote, don Luigi Bettin, ha pensato che una persona sempre presente in oratorio come fra Cristian potesse sostituire in toto l’associazione Noi.

Una mossa sbagliatissima, dal momento che a rimetterci è stato l’intero paese. Morale della favola, un’estate anomala, quasi irreale, senza tornei in quel di Taglio di Po. Si spengono le luci di questo fantastico campetto, una chicca del Delta, che può vantare un’erba identica a quella dei campi di Serie A.

Tutto ciò è svanito nella calda estate 2015, cancellato da un inspiegabile colpo di spugna. Taglio di Po si ritrova senza calcio. Tutti a casa, è il triplice fischio finale. Lo ha deciso don Luigi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl