you reporter

Buoni piazzamenti per la Bosaro Emic<br/> Pittalis d'argento e Benfenati di bronzo

PERNUMIA (Padova) - Nella splendida domenica dei Giovanissimi della Bosaro Emic del presidente Fortunato Saltarin è mancata solamente la vittoria. La prova disputata a Pernumia ha comunque regalato soddisfazioni agli atleti guidati dal ds Franco Pittalis e dal vicepresidente Vittorino Gasparetto.

Da segnalare il prestigioso secondo posto di Francesca Pittalis e la medaglia di bronzo ottenuta da Nicolò Benfenati.

Nella categoria G2 maschile Luca Destro conquista un ottimo quarto posto. Nonostante una partenza rallentata dai corridori che lo precedevano, il piccolo Luca ha rincorso i cinque fuggitivi del primo giro sino alla fine. Peccato per la caduta che ha sfortunatamente coinvolto Isacco Morganti, il quale ha concluso la gara assieme al gruppo.

Nella G4 splendida gara di Nicolò Benfenati e Nicolò Poggioni. Il primo rimane inizialmente nel gruppo di testa, riesce a risparmiare le forze e ad approfittare di una caduta davanti a lui all’ultima curva. Benfenati prende coraggio e anticipa lo sprint finale, guadagnando la prima medaglia di bronzo in carriera in una gara su strada, per un atleta diventato ormai specialista dei primi sprint.

Nella categoria G5 femminile Francesca Pittalis entra nella prima fuga di giornata con due colleghi maschietti, per poi centrare l’ennesima medaglia di stagione, questa volta d’argento. Nella fuga finale, mancata da Francesca, trova spazio un eccezionale Alberto Ferriani, che nonostante la poca esperienza, dimostra grande qualità e forza d’animo, sprinta al traguardo con i migliori e conquista un quarto posto decisamente positivo.

Nella stessa categoria Pietro Ferro, dopo una buona partenza, rimane attardato dal gruppo di testa e viene bloccato nella propria azione da alcuni avversari, concludendo comunque la gara.

Nella G6 maschile buona prova di Aaron Baldon che alla terza gara in carriera, nonostante il forte caldo, conclude con il gruppo. Una menzione speciale va a Gianmarco Mazzucato. L’atleta, rimasto con il gruppo di testa per la prima parte di gara, lamenta un incidente meccanico che lo fa staccare dal gruppo in ultima posizione.

Il giovane bosarese, tuttavia, non si perde mai d’animo e con un imperioso riacchiappa i fuggitivi. Mazzucato lancia volata e chiude con una quinta posizione che merita solo applausi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl