you reporter

Marco Montorio e Sonia Marongiu <br/> dominano alla "Corsa di Ferragosto"

Zampine di Stienta

45368
ZAMPINE DI STIENTA (Stienta) - Da 49 anni, a Ferragosto, si corre a Zampine di Stienta. L’organizzatore è sempre lo stesso, Dario “Botta” Avanzi, vero precursore e pioniere del podismo polesano, che alle “4 Lamiere” allestisce da quasi mezzo secolo una manifestazione che, quanto a longevità, trova ben poche rivali.

Comunque la "Corsa di Ferragosto" parte con il consueto schema: inizio con le gare per i ragazzi, 200 metri per i piccolissimi fino a sei anni, poi 1.8 chilometri per gli altri fino ai 17 anni.

A seguire parte la gara competitiva di 8 km e 800 metri sotto un cielo scuro che promette pioggia: al solito a Zampine ci sono molti atleti di livello che arrivano della province limitrofe, come Verona, Ferrara e Mantova. Il portacolori della Biasin Illasi, Isacco Piubelli punta al tris di vittorie dopo i successi delle due ultimi edizioni ma non fa i conti con Marco Montorio. Il mantovano, in forza alla Fratellanza Modena, si invola nel finale e va a vincere in 27’,11” lasciando a sette secondi Piubelli e a diciotto Mohammed Errami.

Interrotta anche la serie di successi veronesi nel settore femminile: dopo Romina Fiorini, nel 2012 e 2013, e Stefania Disconzi l’anno scorso, è stata Sonia Marongiu a salire sul primo gradino del podio a Zampine. L’atleta di origine sarde, da anni residente in Veneto, non ha avuto molti problemi a sbarazzarsi delle avversarie e ad ottenere il secondo successo in tre giorni, dopo il trionfo di giovedì sera a Donada. 33’,06” il tempo della Marongiu, seconda la veronese della Quadrilatero, Chiara Pacchiega in 34’,44” poi ancora un ottimo terzo posto per la portacolori dell’Avis Taglio di Po, Laura Sarto, al traguardo in 36’,18”.

Nelle varie categorie buoni i piazzamenti degli atleti polesani: nella categoria 18/30 anni secondo Marco Piasentini e quarto Marco Zanella, entrambi della Salcus, l’adriese Paolo Lodo è terzo nella categoria dai 46 ai 60 anni, poi Maurizio Marchetti (Avis Taglio di Po) continua a non aver rivali tra gli over 60, graduatoria che ha visto anche il compagno di club, Adriano Liviero, al quinto posto. Nel settore femminile seconda piazza per Carla Faggin, della Salcus, tra le Over 46: tra i gruppi netto successo per il sodalizio di Santa Maria Maddalena che precede Quadrilatero Ferrara e Avis Taglio di Po.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl