you reporter

Seydou, un gol per la speranza <br/> dal Mali alla Nuova Audace

ARQUA’ POLESINE - Dal Mali a Bagnolo per segnare un gol nel cuore dei tifosi. E’ la storia di Seydou Bathly, il “fusto d’ebano”, come lo hanno soprannominato i compagni di squadra della Nuova Audace Bagnolo di Po.

Classe 1996, Seydou è arrivato in Italia nel 2014 con un barcone partito dalla Libia assieme a tante altre persone in cerca di un riparo dalle miserie che la vita ha destinato loro. Un ragazzo di 19 anni come tanti altri, timido, introverso, che ha trovato il suo ambiente ideale al campo sportivo di Bagnolo di Po. "Sogno di diventare un calciatore - racconta - vorrei restare in Polesine, ma mi servirà un lavoro".

L'intervista a Seydou Bathly sulla Voce in edicola martedì 15 marzo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl