you reporter

Motori

Auto storiche in rassegna

Grande successo per l’evento organizzato dal club Hwc-Alfa Romeo.

Auto storiche in rassegna. Sotto la perfetta organizzazione del direttivo del club Hwc-Alfa Romeo Rovigo si è svolta, come di consueto la prima domenica dopo Pasqua, la XX edizione del Raduno di Primavera. Al raduno hanno partecipato 110 equipaggi che, muniti di un dettagliato road-book, partendo dall’Hotel Europa di Rovigo hanno raggiunto la splendida città di Comacchio. All’evento si sono iscritti equipaggi di tutte le regioni d’Italia ed alcuni provenienti dalla Svizzera. Le auto che si sono potute ammirare rappresentavano tutte le marche del firmamento automobilistico, dal 1935 - una splendida Bsa unico esemplare in Italia - fino ai giorni nostri. Si sono notate Ferrari, Lotus, Chevrolet, MG, Fiat, Lancia ed in prevalenza Alfa Romeo.

Giunti alla meta i partecipanti, circa 250 persone, hanno potuto visitare la città e godere delle bellezze offerte dal luogo. Al termine della visita la colonna di automezzi, uno più ammirato dell’altro, tra la curiosità delle persone che casualmente assistevano all’evento, si è diretta verso il luogo dove era stato allestito il pranzo, il Ristorante Ottocento di Ostellato. Qui i commensali hanno potuto assaporare un ricco menù a base di pesce e di crostacei. Al termine del lungo pranzo il presidente del club Stefano Galuppi ha voluto ringraziare i solerti consiglieri (Pasquale D’Aquino, Gianfranco Bassani, Mario Buson, Martino Fiorino, Andrea Gallinaro e Marco Candiani) ed il segretario Luca Scaranello che hanno saputo in maniera così attenta organizzare la manifestazione ed assistere, in caso di necessità, tutti i partecipanti.

Una apposita commissione di esperti ha valutato una per una ogni vettura portata all’incontro ed ha proceduto alla compilazione di una classifica in base alla quale sono stati conferiti attestati di qualità. Un meritato attestato di riconoscimento dell’opera svolta è stato consegnato Mario Buson, consigliere del club e titolare dell’omonima officina, per l’impegno che profonde per soddisfare le esigenze degli appartenenti al club. Al pranzo era presente anche Giovanni Zampin che accompagnava Francesco Corsi autore del libro “Essere Alfa Romeo” che racconta storie di collaudatori della pregiata casa automobilistica e, che nel corso dell’illustrazione del libro ha avuto occasione di collegarsi telefonicamente con alcuni dei personaggi narrati, destando una incuriosita attenzione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl