you reporter

Il caso

Pace a tre nel mondo del rugby rodigino

Trovata l'intesa tra la società rossoblù, il Comune e la Monti.

Pace a tre nel mondo del rugby rodigino

Scoppia la pace a tre fra Rugby Rovigo, Comune e Monti, raggiunto l’accordo sullo stadio, l’utilizzo degli impianti, la manutenzione e il pagamento delle spese sostenute. Alla fine l’incontro di martedì mattina è stato risolutore. Il risultato di questo tavolo di confronto sulle sorti della società Rugby Rovigo, dopo l’ultimatum posto dal patron Francesco Zambelli, è stato presentato in una conferenza stampa dove erano presenti l’assessore allo sport Andrea Bimbatti, il presidente dei rossoblù Nicola Azzi, il patron Francesco Zambelli, e Attilio Roversi presidente della società Monti.

E’ lo stesso Azzi a presentare i risultati dell’incontro con l’amministrazione comunale: “Nel corso di questi mesi ci sono stati rapporti con diversi interlocutori, ma alla fine abbiamo trovato accordi riguardanti alcuni punti in particolare. Per quanto riguarda il comodato d’uso dello stadio Mario Battaglini siamo pronti ad integrare alcune modifiche. In primis verrà messo in rilievo il ruolo della Monti, non più marginale, ma bensì verrà inserita nel contratto in modo che vengano definiti orari e spazi relativi con lo scopo di presa di responsabilità, in caso di eventuali problematiche, finora caduta solamente sulla Rugby Rovigo. Inoltre la stessa Monti si prenderà in carico le utenze dei vari locali che vengono utilizzati. Un altro punto riguarda la spese per la manutenzione dell’impianto, nel caso si verifichino delle rotture le spese saranno a carico dell’amministrazione comunale. Negli scorsi anni siamo dovuti intervenire di tasca nostra per risolvere problematiche simili e sono una parte dei famosi 68.000 euro chiesti come rimborso”.

Nel frattempo proseguiranno i lavori nella Tribuna Ovest e “dopo alcuni sopralluoghi abbiamo capito che non ci sono problemi strutturali. Altri due investimenti importanti dovranno essere quello del sistema di irrigazione automatico del campo, oltre all’adeguamento all’erba sintetica. Abbiamo percepito la manifesta volontà da parte di tutte le parti di risolvere le problematiche in maniera concreta, non tutto verrà risolto oggi ma siamo sulla strada giusta”.

Andrea Bimbatti conferma l’impegno da parte del Comune: “E’ una grande giornata, abbiamo fatto dei notevoli passi in avanti. Tutti i costi di manutenzione saranno a carico del Comune e l’obiettivo sarà quello di avere l’agibilità definitiva. Per quanto riguarda il debito pregresso stiamo vagliando un ventaglio di possibilità ed è chiaro ed ufficiale che quei soldi torneranno alla società. C’è molta soddisfazione per aver messo sui giusti binari le varie situazioni, tenendo sempre come focus gli interessi della società”.

Alla fine l’ultimatum da parte di Francesco Zambelli è servito ad accelerare tempi e, dopo aver sentito i vari punti discussi tra la società e il Comune, il patron rossoblù ha deciso di rimanere come sponsor principale della squadra seppur con un ridimensionamento. E’ lui stesso a spiegare la sua decisione: “In questi anni mi sono adattato a qualunque impegno finanziario fino a quando siamo arrivati a un punto di rottura che mi ha spinto a dimettermi dal ruolo di presidente. Fortunatamente vedo che oggi la situazione è stata presa in mano, anche se dopo un tempo lungo, e a quanto pare il mio ultimatum è stata la spinta determinante.  Per quanto riguarda il mio supporto posso dire che continuerà ma verrà ridimensionato, adesso vedrò di fare un comunicato dove chiederò il sostegno da parte dei vecchi sponsor e proverò a cercarne di nuovi. L’obiettivo sarà quello di raggiungere una stabilizzazione economica, mantenere una squadra a livelli così alti necessita uno sforzo economico non indifferente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl