you reporter

Atletica leggera

Discobolo, progressi costanti

Ottimi risultati per i Cadetti impegnati nelle gare di Ferrara e di Abano

Le ultime gare della prima parte della stagione agonistica 2018 ha confermato i progressi, a suon di buonissime prestazioni, degli atleti della Discobolo: grandi e piccoli, dai Master ai Ragazzi, nelle ultime gare di giugno, prima della fisiologica pausa estiva dedicata alle grandi manifestazioni internazionali.

Varie le località, diverse le categorie impegnate con grande dispendio di energie umane per dirigenti ed allenatori della società che sostengono gli atleti agonisti, a cominciare dai Master impegnati ad Arezzo nei campionati italiani. Said El Bohuali impegnato nei 1.500 metri M35 con il tempo di 4’25”30, al termine di una gara molto tattica, ha conquistato la medaglia di bronzo.

Nei 100 metri piani il rientro di un grande atleta del recente passato, Paolo Boscolo, che dopo una prima uscita incolore, si è riscattato migliorando il personale portandolo a 12”26 negli M50. Paolo vanta un personale di 10”61 e un settimo posto agli italiani assoluti quando aveva venti anni. Scendiamo ai Cadetti (al limite dei 15 anni) impegnati a Ferrara e Abano il 28 e il 29 giugno.

Andrei Neagu, nei 1.000 metri al Ferrara meeting estate con una gara entusiasmante per la conduzione e la progressione finale (ultimi 400 metri in 59”7) con il tempo finale di 2’45”28, oltre ad aver vinto la gara, si è messo in testa alla graduatoria regionale e si prenota un posto ai raduni regionali di Asiago dal 23 al 26 agosto.

Ad Abano Taré Bergamo ha dominato il lancio del disco con un buon 30,83 con la piacevole novità di aver fatto un solo nullo su sei lanci e, soprattutto, di aver lanciato con una buona tecnica rotatoria, fatto questo che, se sarà confermato, la porterà in breve a miglioramenti macroscopici, senza dimenticare che la ragazza è nel suo primo anno della categoria Cadette e che i lanci rotatori sono molto difficili da eseguire correttamente.

Nella stessa riunione del meeting in evidenza la giovanissima Elena Crepaldi nella gara dei 600 metri vinta lottando in 1’55”87 dopo aver corso i 60 metri in 8”98.

Hanno ben figurato anche Aurora Zullato nei 60 piani corsi in 9”80, Cristian Cappato nei 60 metri, Gioele Vitali nel peso con 8,54. Infine Lorenzo Zullato, reduce da un infortunio alla mano ha corso gli 80 metri in 10,87.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.

Powered by Gmde srl