you reporter

Podismo

Circuito Adriatic Lng alla volata finale

Magagnoli e Chubak sicuri vincitori, lotta serrata tra i veterani.

Circuito Adriatic Lng alla volata finale

Sarà il Memorial “Gianpietro Banzato”, a chiudere la nona edizione del circuito “Adriatic LNG”: a Cavarzere, come per le ultime stagioni, l’unica “puntata” appena fuori dai confini del  Delta, assegnerà tutti i titoli 2018 della kermesse di gare polesane. L’anno scorso fu una vera e propria festa con quasi 800 partecipanti tra competitiva, camminata e gare giovanili: probabilmente avrà sorriso, dall’alto, Gianpietro Banzato, vigile del fuoco, podista e grande appassionato di altri sport, cui la gara è dedicata. Organizzazione che sta lavorando a pieno regime per curare nel migliore dei modi tutti i dettagli della manifestazione di domenica, con il cognato di Banzato, Stefano Girotto ad avvalersi della collaborazione dei Podisti Adria, dell’amministrazione comunale e dell’AVIS di Cavarzere, dei Vigili del Fuoco di Venezia e del patron del circuito, Maurizio Preti.

Per quanto riguarda il circuito sono già sicuri del successo i due primatisti del settore Assoluti, Rudy Magagnoli (Discobolo Rovigo) tra gli uomini e Nadya Chubak (Lughesina) al femminile, l’italo ucraina addirittura verso il poker di successi nell’Adriatic. Alle loro spalle la lotta sarà per il podio con  almeno 5 atleti neo settore maschile mentre tra le donne solo due i punti che dividono Nicol Poncina (AVIS Taglio di Po) da Cinzia Fogli (Atletica Delta) per la piazza d’onore  Ben diverso il discorso nelle due categorie dei veterani con Sandro Verlich (Podisti Monselicensi) e Nicola Stir (Vis Abano) ancora in lizza per il primato tra i nati dal 1968 al 1959, mentre tra gli “over 60” sono ben tre i candidati alla vittoria, con i due polesani Maurizio Marchetti (AVIS Taglio di Po) e Lorenzo Andreose (Salcus) pari merito, seguiti a breve distanza dal padovano Antonello Satta.

L’anno scorso il veneziano Matteo Gobbo vinse gara e circuito precedendo il rodigino Luca Favaro e Michele Bedin della Salcus: tra le donne il tris della Chubak, coincise con la drammatica gara di Gloria Tessaro, prima nel circuito fino a quel momento,  ma costretta ad un 34° posto da un infortunio in gara. Intenso il programma che prevede il ritrovo alle ore 8,00 in piazza Vittorio Emanuele, con i ragazzi della mini podistica e delle scuole (ben 120 nel 2017) ad iniziare alle ore 9,00 mentre gli adulti, sia per la prova agonistica di 11,5 km, che per la camminata non competitiva di 4 km, prenderanno il via alle ore 9,30: da sempre e molto partecipata la categoria speciale per i Vigili del Fuoco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl