you reporter

Podismo

Non è Pasquetta senza la "Sgrupada"

A Castelmassa il veronese Daniel Turco si ripete nel tradizionale appuntamento.

Come arriva il lunedì di Pasquetta così non manca, da 48 anni, l’appuntamento podistico con la “Sgrupada” di Castelmassa, non a caso una delle più “vecchie” corse su strada della nostra provincia. Una manifestazione che, pure mantenendo come punto fisso la prova agonistica, ha saputo rinnovarsi a partire dalla “Nordimarcia”, la non competitiva per  gli amanti del nordic walking, giunta alla 6ª edizione, con due tracciati di 7 ed 11 km che ha aperto la mattinata. Poco prima del via degli adulti la corsa competitiva per i ragazzi, una trentina circa,  nati dal 2005 in poi, sulla distanza dei 2 km. A seguire gli agonisti, invece, la camminata non competitiva di 4,7 che ha visto veramente un buon di numero di partecipanti, oltre 300, nonostante la mattina coperta e abbastanza fredda. Alle 10,00 in punto la consueta gara competitiva per  gli adulti, più di 150, sul tradizionale percorso di 9,4 km diviso in due giri di 4,7 km, uno solo per le categorie Allievi/e (dal 2002 al 2004).

Si ripete il veronese Daniel Turco, trionfatore a Castelmassa nel 2018; appena superato il 4° km, in prossimità della discesa che portava al primo passaggio, saluta gli atleti che, con lui, formava il gruppetto di testa, e si invola per un secondo giro in solitaria che lo porta a finire vincente in 32’ netti. Alle spalle del portacolori dell’Atletica Bovolone, la sorpresa di giornata, con Roberto Bianchi, del Pico Runners di Mirandola (Mo) buon secondo con 32’,18” mentre il sul terzo gradino del podio, come l’anno scorso, sale il compagno di squadra di Turco, Luca Menegatti (32’,58”). Giudiziosa la condotta di gara del primo di Castelmassa, Federico Antoniolli (Atl. Bondeno), che non ha seguito il gruppetto di testa all’inizio ma poi ha proseguito con il proprio passo giungendo quarto in 33’,27”, mentre il primo degli atleti delle società polesane è Mattia Luppi, sesto, del Libero Movimento Po River.

Nel settore femminile torna alla ribalta la vicentina Michela Zorzanello (Atl. Vicentina) che va a trionfare in 36’,35”, con una gara che l’ha vista tenere sempre a distanza di sicurezza al padovana Alessandra Franchetto (Piombino Dese), seconda in 37’,06”: ad oltre un minuto il bronzo di Lisa Carraro (Vicenza Marathon) mentre il quarto posto è andato alla brava Marta Tironi, della Run.it Rovigo. Nella categoria maschile degli “over 50” successo per il modenese Stefano Baraldini, davanti ad una coppia della Salcus con Paolo Trovò secondo e Riccardo Rubini terzo. Ancora Salcus protagonista nella rispettiva categoria rosa, dove si è imposta Simonetta Siviero, mentre la compagna Carla Faggin si è piazzata terza. Nelle categorie Allievi primi posti per Edoardo Garavasi (Atl. Bovolone) e Marta Gianninoni (Team Proethics). Tra i più piccoli da segnalare la bella vittoria di Alessio Gallani, della Salcus. Bene l’organizzazione, guidata dall’AVIS comunale di Castelmassa, assieme alla Pro Loco, all’Assessorato allo sport e molte altre associazioni che hanno collaborato per la riuscita della manifestazione. Presente alle premiazioni finali, Paolo Gilioli, consigliere comunale con delega allo sport. Domenica prossima il calendario podistico polesano da appuntamento Giovedì 25 parte la decima edizione del circuito “Adriatic LNG”, da Corbola, con la “Su e so per i Arzi d’Po”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali : L'oro dell'Adriatico
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl