you reporter

Un furto inquietante

Rubati in chiesa due calici con le ostie consacrate

E' accaduto nella parrocchia di San Giacomo a Monselice nella bassa padovana. I ladri hanno ignorato tutto il resto; puntavano soltranto alle ostie.

Rubati in chiesa due calici con le ostie consacrate

Clamoroso furto sacrilego a Monselice, nella bassa padovana.

Come comunicato dalla stessa Diocesi, da un tabernacolo della chiesa di San Giacomo sono state infatti rubate le ostie consacrate.

“Siamo profondamente addolorati e anche preoccupati per un nuovo furto che ha interessato una delle nostre comunità cristiane, quella di San Giacomo di Monselice, dove è stato profanato il tabernacolo e sono state sottratte due pissidi (vasi sacri) contenenti l’Eucaristia”, ha spiegato il vicario generale della Diocesi di Padova, monsignor Giuliano Zatti.

Un furto doppiamente inquietante, perché è arrivato dopo analoghi furti messi a segno negli ultimi mesi al santuario di Tessara e a Ca’ Morosini.

Quello a Monselice, tra l'altro, non sembra un atto vandalico, ma un furto vero e proprio. 

Ad accorgersene, intorno alle 18 di ieri, è stato il sacrestano.

I ladri, una volta entrati in chiesa, hanno infatti puntato dritto su tabernacolo, lo hanno profanato e se ne sono andati con le due pissidi ignorando tutto il resto, anche di maggior valore venale. Segno che probabilmente i ladri puntavano alle ostie, visto che in altri casi analoghi le stesse erano state ritrovate a terra poco distante. Ma non questa volta.

E il dubbio si fa inquietante: perché? 

Questa sera, alle 20.45, la comunità di San Giacomo si riunirà per un rosario: si pregherà per “riparare” a questo atto di profanazione. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Speciali: energia
speciali : meraviglie del delta

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl