you reporter

Grecia

Chania: un centro veneziano a Creta tra mare e siti archeologici

La Canea: seconda città dell'isola a pochi chilometri dal celebre labirinto di Minosse

La Canea

Chania o Canea con i suoi 65mila abitanti è la seconda città di Creta, e ospita il secondo aeroporto dell'isola e uno dei centri storici veneziani tra i più gradevoli dell'intero Mediterraneo.
Chania è un luogo magico, ricco di storia ed invaso dalla mitologia. Dista pochi chilometri dal leggendario labirinto di Minosse e in tutta la sua regione vanta tantissimi siti archeologici.

Con il suo mercato coperto, racchiuso in un’imponente struttura con due grandi portoni di accesso, rappresenta un luogo perfetto per gli amanti dello shopping turistico. Qui si trovano infatti negozi che vendono un po’ di tutto, dai classici souvenir alle tipiche bancarelle alimentari, tra le quali spiccano le squisite olive, disponibili di diverse qualità, curiose macellerie, formaggi e cestoni di lumache.

Tra una spesa e l’altra qui potrete anche riposarvi in uno dei numerosi cafè. Da quella di Afrata a quella di Vrissi tutta la costa del distretto di Chania vi offre un'ampia scelta di spiagge, tutte diverse tra loro: rocciose, con ciottoli, con sabbia rosa, con sabbia bianca, organizzate e non, affollate o deserte, insomma per tutti i gusti e le esigenze!

Cosa vedere

Oltre alle spiagge e al mercato Chania offre però numerosi altri siti d’interesse, a partire dalla città vecchia, che rappresenta un vero e proprio museo all' aperto e che tra i suoi edifici racchiude circa 5000 anni di storia... dai minoici ai micenei, dai veneziani agli ottomani. Chania è stata infatti protagonista di un susseguirsi di popolazioni di diversi costumi che ne hanno delineato la sua bellezza, visibile tutt'oggi nell'architettura dei sui palazzi. Il porto veneziano e il suo faro, le rovine minoiche nel quartiere Kastelli e non solo, la moschea di Giannizzeri, la fortezza Firkas, la cattedrale, la chiesa di Agios Nikolaos, l'Agorà e Sabbionara, sono solo una serie delle tante meraviglie da poter visitare in questa città unica e di raro splendore.

Il faro, ad esempio, costruito per la prima volta dai veneziani alla fine del XVI secolo e distrutto da una tempesta durante l'occupazione turca, fu ricostruito successivamente dagli egiziani, tra il 1824 e il 1832, con le sembianze di un minareto. Oggi è completamente restaurato e la sua base è ancora quella originale veneziana. Grazie al suo fascino e alla sua magnifica architettura, è una delle principali attrazioni della vecchia città.

Nella città di Chania sono poi numerosi gli hammam, che furono costruiti durante l’occupazione Ottomana, che li utilizzavano giornalmente per la loro purificazione. Tra i principali ricordiamo quello che era situato in via Halidon (di fronte alla chiesa cattolica) e quello tra le vie del centro storico Zambeliou e Douka.

Cosa fare la sera

A Chania ci sono tradizionali club cretesi con musicisti che suonano la lira, il liuto ed il violino. In tutta la città ci sono molti caffè, bar e club dove i vari tipi di musica coesistono armoniosamente, dal jazz al pop, alla musica greca. Ci sono anche locali in cui piccole orchestre si esibiscono in repertori di rembetika e canzoni folk. Inoltre ogni estate nel centro di Chania si organizzano festival di musica classica e contemporanea, con giochi ed altri eventi tenuti nel porto veneziano, nel teatro nell'est Moat e nel Parco della Pace.

Cosa mangiare

A Chaina le portate arrivano a tavola contemporaneamente e seguono ricette tramandate di generazione in generazione. Quella di questa città, come del resto tutta quella dell’isola di Creta, è una cucina semplice, basata su prodotti freschi di stagione, rigorosamente bilanciati per garantire una dieta sana ed equilibrata, tanto da renderla celebre in tutto il mondo per le sue doti di longevità. La sua anima è fortemente legata ai prodotti della terra, in particolare all'olio d'oliva e al miele. Alcuni dei piatti tradizionali più famosi sono lo stufato di coniglio o di pollo che viene spesso accompagnato da patate al forno o fritte, e che è possibile gustare nella maggior parte delle taverne e ristoranti di Creta. Ci sono poi le uova con Staka (ossia la crema di latte di pecora o capra, bollita e mescolata con farina, sale e acqua, una specialità Cretese, utilizzata soprattutto per accompagnare piatti di carne, di riso, zuppe…). I Kalitsounia invece, che possono essere dolci o salati, sono dei calzoni fritti ripieni di spinaci o erbe selvatiche o di formaggio (Mizithra). Meritano un assaggio anche la Gardoubakia, un piatto fatto principalmente con gli intestini dell'agnello ed infine la Vlita e l'Avronies, entrambe erbe dal gusto leggermente amarognolo che crescono in tutta la Grecia e che vengono bollite e condite con olio, o saltate in padella con l' aggiunta di cipolla, rappresentando un accompagnamento perfetto per piatti di pesce fritto e piatti di carne.

Come arrivarci

Sia dall'aeroporto di Venezia che da quello di Verona partono voli diretti per questa splendida città e, tenendo monitorate le offerte, è possibile trovare voli di soli 50 euro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali : meraviglie del delta
Speciali: energia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl